«MTV CELEBRITY DEATHMATCH - Artisti Vari» la recensione di Rockol

Artisti Vari - MTV CELEBRITY DEATHMATCH - la recensione

Recensione del 24 gen 2000

La recensione

Qualcuno non si è mai chiesto come finirebbe un match all'ultimo sangue tra personaggi di dominio pubblico? La risposta l'ha trovata Eric Fogel, fortunato creatore di uno dei programmi televisivi più cool del momento: Celebrity Deathmatch. In onda sulle frequenze della ben nota Mtv questo cruento programma televisivo è cresciuto di popolarità nel giro di poco tempo, proponendo scontri mortali tra pupazzi animati, costruiti con le fattezze delle personalità che affollano le cronache mondane, i rotocalchi, i periodici musicali ed i libri di storia. Chi avrebbe la meglio tra Roberto Benigni e Benito Mussolini, tra Gandhi e Genghis Khan, i Beastie Boys ed i Backstreet Boys, i tre tenori (Pavarotti, Carreras e Domingo) e i tre Stooges? Nello scontro finale, dove tutti i characters si sono misurati, solo uno è stato trionfatore assoluto. Il vero campione, l'asso pigliatutto, il protagonista non poteva che essere lui: Marylin Manson. Ad aprire le danze quindi è proprio il reverendo stesso, autore per l'occasione di un'accattivante canzone inizialmente inedita, ma poi successivamente inclusa anche nel suo ultimo live album. Solo l'arbitro Mills Lane ed i commentatori Nick Diamond e Johnny Gomez (presenze fisse sul ring di Celebrity Deathmatch), riuscirebbero a mediare efficacemente questa colonna sonora, costituita per la maggior parte dai più noti artisti appartenenti al mondo hip-hop ed industrial-rock. Leggendo tra i credits, si scova sorprendentemente tra i guest-vocals dei Wondergirls due vecchie conoscenze: Scott Weiland (Stone Temple Pilots) e Ian Astbury (Cult e Holy Barbarians). La competizione, in questo caso trasferita su supporto digitale, riserva un piccolo spazio anche ad un'artista femminile latitante da qualche tempo dalla scena musicale: Bif Naked.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.