«MARASSI (DELUXE EDITION) - Ex-Otago» la recensione di Rockol

Gli Ex-Otago battono il ferro ancora caldo: ecco la riedizione di 'Marassi'

A pochi mesi di distanza dall'uscita di "Marassi", che è stato probabilmente il loro lavoro più fortunato (premiato sia dal pubblico che dagli addetti ai lavori), la band guidata da Maurizio Carucci pubblica una nuova edizione del disco, "ricca e varia".

Recensione del 11 apr 2017 a cura di Redazione

La recensione

L'ultimo album in studio degli Ex-Otago, "Marassi", è stato probabilmente il loro lavoro più fortunato: il disco è piaciuto tanto al pubblico (complice un suono più "pop") quanto agli addetti ai lavori. La band guidata da Maurizio Carucci ne approfitta, dunque, per battere il ferro finché è caldo e pubblica ora una riedizione del disco, "StraMarassi".

Di questo repackaging, gli Ex-Otago dicono: "'StraMarassi' è un'evoluzione di 'Marassi', un po' come mettere il 70 o la Malossi sul cinquantino. 'StraMarassi' è 'Marassi' più ricco e vario". Ecco: ricco e vario sono due aggettivi che riescono bene a descrivere il contenuto di questa riedizione. "StraMarassi" contiene due dischi: la tracklist del primo replica quella dell'edizione standard, uscita lo scorso ottobre; il secondo disco, invece, contiene le stesse canzoni ma in versioni remixate o incise in duetto con ospiti.

E che ospiti, verrebbe da dire. In "I giovanni d'oggi" c'è nientepopodimeno che Eugenio Finardi, in "Ci vuole molto coraggio" c'è Caparezza. Ancora: Jake La Furia compare in "Gli occhi della luna", Levante ha inciso con la band "Quando sono con te", il rapper Mecna ha registrato con gli Ex-Otago "Stai tranquillo", Marianne Mirage - vista tra le Nuove Proposte dell'ultimo Festival di Sanremo - è presente per un duetto in "Mare".

Quanto ai remix, infine, i più interessanti sono quelli di "Mare" (realizzato dal duo elettropop di Lemandorle) e quello di "Cinghiali incazzati" (c'è lo zampino di Claudio Coccoluto), accanto ai quali troviamo il remix di Keaton di "Gli occhi della luna", il remix di Godblesscomputers di "Quando sono con te", quello di Herald Clawe Yakitori di "Non molto lontano" e quello di Cowboy di "Sognavo di fare l'indiano".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.