«MOTORE DI VITA - Mario Venuti» la recensione di Rockol

Il "Motore di vita" di Mario Venuti

Dopo “Il tramonto dell’occidente”, Mario Venuti pubblica un album “orgogliosamente pop”: la recensione

Recensione del 10 apr 2017 a cura di Francesco Arcudi

La recensione

Arriva a due anni di distanza da “Il tramonto dell’occidente” il nuovo album del cantautore catanese, ex fondatore dei Denovo. Laddove il disco precedente verteva sulla crisi economica e quindi aveva un taglio più “sociale” (ed era frutto della collaborazione con Francesco Bianconi dei Baustelle),  i brani di “Motore di vita” lo rendono un album “orgogliosamente pop”, come il suo stesso autore l’ha definito.

E infatti già il primo singolo “Caduto dalle stelle” – e il relativo video – con il suo ritmo disco dance non fa altro che farci venire voglia di “ballare ballare ballare”, come Venuti ripete nel ritornello. Una voglia di leggerezza quindi, ma non di superficialità. Infatti allo stile spesso danzereccio delle musiche si contrappongono testi tutt’altro che banali o frivoli.

Basta prendere l’unico brano non nuovo, quel “Non è peccato” scritto per Syria (e da lei registrato) dieci anni fa, per trovarsi di fronte a un pezzo ancora di grande attualità, che parla della relatività di alcuni temi sensibili, dei limiti etici, di cosa si possa o non si possa fare, di argomenti che un tempo venivano considerati taboo perché scandalosi o inaccettabili ma adesso sono comprensibili a tutti. 

Bella anche la title track “Motore di vita” , parecchio autobiografica, perché Venuti si considera motore della sua stessa vita, tutto parte da noi stessi anche se poi ovviamente abbiamo bisogno del confronto con gli altri. O anche “Lasciati amare”, il brano più tenero e romantico del disco.

Un disco positivo e solare, con molta elettronica (“Si sono convertiti anche i Coldplay, perché non avrei dovuto farlo io?” dice l’autore), che conferma Mario Venuti un cantautore importante della musica italiana, capace sempre di rinnovarsi e che dimostra di avere ancora molto da dire.

TRACKLIST

03. La prima volta (03:45)
04. Lasciati amare (03:33)
05. Motore di vita (03:38)
06. Spirito del mondo (03:09)
07. Tutto questo mare (03:51)
08. Se avessi altro amore (03:42)
09. Non è peccato (03:52)
10. Fuorimondo shop (03:36)
11. Alza un po' il volume (03:23)
12. I peccati della luna (03:56)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.