«VULCANO - Clementino» la recensione di Rockol

Clementino - VULCANO - la recensione

Recensione del 03 apr 2017 a cura di Redazione

La recensione

Sulla copertina del nuovo album di Clementino c'è la sua faccia: un dettaglio che attira l'attenzione è l'occhio sinistro, che sembra emanare fuoco. L'album si intitola "Vulcano" e non a caso il rapper dice: "Credo di essere un vulcano: sono pieno di fuoco dentro". L'ideale sequel di "Miracolo" del 2015 è un disco in cui Clementino trasforma il fuoco dentro in rime: per la prima volta ha scritto tutti i testi da solo (con la sola eccezione di "Ragazzi fuori", scritta insieme a Marracash).

"Vulcano" è un disco in pieno stile Clementino, che si definisce il primo esponente del Black Pulcinella: mischia Snoop Dogg e Pino Daniele. E dunque: le melodie più tipicamente partenopee (o italiane, più in generale - come in "Ragazzi fuori", presentata all'ultimo Festival di Sanremo) e la ritmica dei rapper duri e incazzosi americani. "Volevo fare quello che piace a me, non quello che piace alla gente", ha detto il rapper nella nostra intervista.

Nell'album non ci sono featuring: Clementino voleva che la sua voce, stavolta, fosse l'asse portante di tutte le canzoni. A parlare è il solo Clementino, che si cimenta sia con argomenti di attualità ("Deserto", ad esempio, è un pezzo sui migranti), con ritratti di personaggi come Paolo Sorrentino (a cui è dedicata l'ultima canzone) e un paio di divertissement ("Keep calm e sientete a Clementino", "A capa sotto").

Se i testi sono tutti di Clementino, a curare i beat troviamo beatmaker nuovi e altri old school: si va da Shablo e Deleterio a giovani come David Ice e Yung Snapp, passando per l'americano Amadeus.

TRACKLIST

01. Uè Ammo (03:54)
02. Stamm Ccà (03:43)
03. Cenere (04:00)
04. Tutti Scienziati (03:54)
06. Ragazzi Fuori (03:22)
07. Deserto (03:10)
08. Joint (04:28)
09. Coffeeshop (03:03)
11. Spartanapoli (03:09)
12. A Capa Sotto (04:06)
13. Paolo Sorrentino (04:01)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.