«...SQUEREZ? - Lunapop» la recensione di Rockol

Lunapop - ...SQUEREZ? - la recensione

Recensione del 02 gen 2000

La recensione

Fossero inglesi o americani, e non sapessero suonare, incarnerebbero la boy band ideale. Ma così non è. Novant’anni in cinque (come amano ricordare), una vita trascorsa a scorazzare in Vespa sui colli bolognesi, i Lùnapop (notare accento sulla “u”) di Cesare Cremonini & soci, già compagni di scuola, hanno “fatto il botto” grazie a “50 Special”. Ovvero, niente di più e niente di meno che un singolo nato quasi per caso e arrivato, nel corso dei mesi, a raggiungere e superare i grandi del pop nelle classifiche italiane.
E loro, che il numero 1 nemmeno osavano sognarselo, sono stati talmente coccolati e richiesti e vezzeggiati da uscirsene con un intero album. Che - come se non bastasse - ha un titolo enigmatico e difficile da ricordare: “… squerez?”
Domanda Che Sorge Spontanea: Servirà “… squerez?” a proiettare i Nostri Eroi nell’empireo delle Grandi Star, di quelle che Hai Sentito L’Album Di Debutto Speriamo Che Ne Facciano Un Altro Al Più Presto? Difficile a dirsi.
Prima riflessione: è suonato davvero. Ciascuno dei componenti del gruppo conosce bene lo strumento che ha davanti: su tutti, l’esempio di “Questo pianoforte”, penultima canzone in track-list, in cui le mani che presumiamo appartenere al Lùnapop Michele Giuliani scivolano sulla tastiera con grazia, oltre che con disinvoltura. Seconda riflessione: di testi e musiche si occupa il cantante Cesare Cremonini, aiutato qua e là da Alessandro “Lillo” De Simone, batterista del gruppo che peraltro il successo di “50 Special” non se l’è proprio goduto, essendo dovuto nel frattempo partire per il servizio militare. E mettendosi assieme, i due riescono (spesso) a evitare banalità tragiche tipo le rime “cuore-amore”, e a raccontare qualcosa di sensato oltre che di gradevole all’ascolto.
Terza riflessione: qualcuno ha spiegato ai ragazzi o forse ci hanno pensato da soli che per fare un disco bisogna metterci dentro brani ritmati, che trasmettano energia, alternandoli però a ballate simil-romantiche. Corollario della terza riflessione: i Lùnapop danno il meglio di sé in canzoni tipo “50 Special”, allegre solari vitali colorate, ed è giusto che sia così. Specialmente se si considera che loro stessi sono così: allegri solari vitali colorati. Per questo, consigliamo caldamente “Metrò”, con un’intro accattivante e testi furbi, attraversata da interessanti echi beatlesiani e coretti ad hoc, ma anche “Resta con me”, che parte lenta lenta e poi accelera quel tanto che basta a indurre l’ascoltatore a battere il piede sul pavimento, per tenere il tempo. Riflessione finale: se siete (o vi sentite) giovani, e i Lùnapop vi sono sembrati simpatici, comprate “… squerez?”. E’ vero, nel crudele mondo della discografia è molto facile svanire nell’aria come bolle di sapone. Ma gente che, come il buon Cesare, canta decisa “Se mi vuoi/ domani sarà un giorno migliore” merita (almeno) un po’ di fiducia.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.