«ON AIR - LIVE AT THE BBC VOLUME 2 - Beatles» la recensione di Rockol

Beatles - ON AIR - LIVE AT THE BBC VOLUME 2 - la recensione

Recensione del 11 nov 2013 a cura di Franco Zanetti

La recensione




Un po' di storia. Fra il 1962 e il 1965, i Beatles furono ospiti per 52 volte, suonando dal vivo, di programmi trasmessi dalla BBC. In totale, i brani trasmessi furono 330, contando anche le sigle, le siglette e gli spot; ma le diverse canzoni furono 99, perché parecchie vennero proposte più volte (trovate l'elenco alfabetico in coda a questa recensione). Quella eseguita più frequentemente fu “Pop go the Beatles”, 30 volte, che era sigla di apertura e chiusura dell'omonima trasmissione; segue “From me to you” (15 volte, che sommate alle 7 esecuzioni della versione adattata “From us to you” fanno 22). Il primo in assoluto fra i brani che i Beatles eseguirono per la BBC fu “Dream baby (How long must I dream?)”, una cover di Roy Orbison, registrato il 7 e trasmesso l'8 marzo del 1962; l'ultimo fu “Ticket to ride”, registrato il 26 maggio e trasmesso l'8 giugno 1965.
Per molti anni queste esecuzioni hanno circolato sotto forma di bootleg (monumentale la raccolta integrale in 12 CD); finché nel 1994 la Apple mise in commercio “Live at the BBC”, un doppio disco contenente 69 tracce (fra canzoni e brani parlati) prodotto da George Martin, che proponeva versioni rimasterizzate delle registrazioni originarie (molte delle quali recuperate non dagli archivi della BBC, ma ricorrendo a nastri privati messi a disposizione da collezionisti).
Quasi vent'anni dopo, la Apple torna sul luogo del delitto con “On air – Live at the BBC volume 2”: 63 tracce, stavolta (37 canzoni e 23 brani parlati), nessuna già presente nella prima raccolta in questa versione (sei, invece, lo erano già in versioni diverse: “Lucille”, “Memphis, Tennessee”, “The hippy hippy shake”, “I got a woman”, “Glad all over” e “Sure to fall”), rimasterizzate da Guy Massey e Alex Wharton. Tre sono le canzoni finora inedite nell'esecuzione dei Beatles: “I'm talking about you” di Chuck Berry; “Beautiful dreamer”, canzonetta popolare nell'Ottocento che i Beatles probabilmente conobbero nella versione di Jerry Lee Lewis, e la curiosa “Happy birthday dear Saturday Club”, rifacimento d'occasione – con gli auguri alla trasmissione omonima – della ben nota canzone di compleanno. Sarebbero quattro, confrontando le due raccolte; ma “Lend me your comb”, cover di Carl Perkins, era già stata inclusa in “Anthology 1”. E già che c'è la Apple ripropone anche il “Live at the BBC” del 1994, sempre ri-rimasterizzato da Massey e Wharton.
A chi può interessare questo “On air”, dunque? Ai completisti, ai collezionisti, ai fan – che peraltro di questi tempi devono rompere il salvadanaio: per comprare “Tune in”, prima parte della biografia definitiva dei Beatles in tre volumi firmata da Mark Lewisohn (in versione “normale”, 900 pagine, o in versione ampliata, in due volumi per il doppio di pagine), e magari anche per comprare “The Beatles: The BBC Archives: 1962-1970” di Kevin Howlett, poderoso ed elegante volume che documenta le vicende dei Beatles alla BBC, scritto dallo stesso autore che sull'argomento aveva già pubblicato due libri negli scorsi anni (e che cura anche i booklet di “On air” e del primo “Live at the BBC”).
Ma la musica? Beh, questo è un discorso più lungo. Chi, come me, in tema Beatles è molto talebano, temo continuerà a preferire la completezza storica e cronologica dei bootleg, nonostante (o forse proprio grazie anche a) quel che di “autentico” che le registrazioni dalla radio conservano, a dispetto della scarsa qualità sonora, rispetto ai suoni pulitissimi di “On air”. Che segue con coerenza la linea editoriale (a mio avviso opinabile) seguita dalla Apple negli ultimi tempi: la lucidatura e rilucidatura di quello che già c'era (vedi la “Yellow Submarine songtrack”, il “Let it be... naked”, il “Magical Mystery Tour”), o, come nel caso delle registrazioni alla BBC, già era stato in parte recuperato dagli archivi, preferita alla scoperta di inediti veri e propri, dei quali gli armadi della Apple sicuramente rigurgitano. E siamo ancora qui ad aspettare una versione decente di “Let it be”, il film... Ma certo sentire la freschezza e l'entusiasmo con cui i quattro ragazzi di allora affrontano il loro repertorio dell'epoca (in buona parte di cover) è un'esperienza eccitante. E che insegnerebbe molto a tanti ragazzotti contemporanei che si credono dei geni incompresi del rock.


Qui di seguito, l'elenco alfabetico dei 99 diversi brani eseguiti dai Beatles alla BBC (il link alla tracklist di “On air” lo troverete in chiusura).



A Hard Day's Night
A Picture Of You
A Shot Of Rhythm And Blues
A Taste Of Honey
All I Want For Christmas
All My Loving
And I Love Her
Anna (Go To Him)
Ask Me Why
Baby It's You
Beautiful Dreamer
Besame Mucho
Boys
Can't Buy Me Love
Carol
Chains
Clarabella
Crimble Medley
Crying, Waiting, Hoping
Devil In My Heart
Dizzy Miss Lizzy
Do You Want To Know A Secret
Don't Ever Change
Dream Baby (How Long Must I Dream?)
Everybody's Trying To Be My Baby
From Me To You
From Us To You
Glad All Over
Happy Birthday Dear Saturday Club
Honey Don't
I Call Your Name
I Feel Fine
I Forgot To Remember To Forget
I Got A Woman
I Got To Find My Baby
I Just Don't Understand
I Saw Her Standing There
I Should Have Know Better
I Wanna Be Your Man
I Want To Hold Your Hand
I'll Be On My Way
I'll Follow The Sun
I'll Get You
I'm A Loser
I'm Gonna Sit Right Down And Cry (Over You)
I'm Happy Just To Dance With You
I'm Talking About You
If I Fell
Johnny B Goode
Kansas City/Hey-Hey-Hey-Hey!
Keep Your Hands Off My Baby
Lend Me Your Comb
Lonesome Tears In My Eyes
Long Tall Sally
Love Me Do
Lucille
Matchbox
Memphis, Tennessee
Misery
Money (That's What I Want)
Nothin' Shakin'
Ooh! My Soul
Please Mister Postman
Please Please Me
Pop Go The Beatles
PS I Love You
Rock And Roll Music
Roll Over Beethoven
She Loves You
She's A Woman
Sheila
Side By Side Theme
Slow Down
So How Come (No One Loves Me)
Soldier Of Love
Some Other Guy
Sure To Fall (In Love With You)
Sweet Little Sixteen
Thank You Girl
That's All Right (Mama)
The Hippy Hippy Shake
The Honeymoon Song
The Night Before
There's A Place
Things We Said Today
This Boy
Three Cool Cats
Ticket To Ride
Tie Me Kangaroo Down, Sport
Till There Was You
To Know Her Is To Love Her
Too Much Monkey Business
Top Gear Spot
Twist And Shout
Whit Monday To You
Words Of Love
You Can't Do That
You Really Got A Hold On Me
Young Blood

TRACKLIST
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.