«DIETRO LA CURVA DEL CUORE - La Crus» la recensione di Rockol

La Crus - DIETRO LA CURVA DEL CUORE - la recensione

Recensione del 02 feb 1999

La recensione

Sono soltanto canzoni d’amore. Tutto qui. Detto così non c’è neanche da stupirsi troppo, da star lì a pensare. Canzoni d’amore. Come sempre è stato, in Italia, e come sempre sarà. I La Crus erano partiti ‘difficili’, con il loro primo lavoro, e non è che qui si siano fatti - dal punto di vista sonoro - più accessibili. Hanno navigato in due dischi lo scibile musicale che li intrigava, hanno fatto cose bellissime e complesse, poetiche e autocompiaciute, introspettive e - a tratti - un po’ troppo scarne. Poi hanno cancellato la lavagna e ci hanno scritto sopra una sola parola - amore. Intorno a quella parola sono arrivati i suoni, i violini, l’orchestra e i campionatori di Cesare, le mille parole di Giò e Alex, amici che passavano e che hanno scribacchiato un saluto (Carmen Consoli, Cristina Donà, Manuel Agnelli degli Afterhours, Patrick dei Casino Royale, Fabio Barovero dei Mau Mau e produttori come Madaski e Roberto Vernetti) e, soprattutto, le canzoni. I La Crus non hanno mai scritto canzoni così belle, in Italia si scrivono raramente canzoni così belle. E qui ce ne sono 11, bellissime, calde, emozionanti. E soprattutto nuove. Canzoni che parlano d’amore senza rimarlo con cuore, senza i "frammenti da discorso amoroso" che popolano altre canzonette. Diverso il modo di descrivere, diverso il modo di aprirsi all’amore che si canta, parole profonde che cercano e trovano - in fondo - il cuore. "Dietro la curva del cuore" è un disco perfetto, dopo l’ascolto lascia la stessa emozione di un libro chiuso con soddisfazione o di un’opera d’arte che è capace di scaldare l’anima non appena l’occhio vi si poggi sopra, e che vi fa sentire la differenza dentro quando distogliete lo sguardo: tutto ritorna più freddo, normale. È per questo che sarà difficile separarvi da un disco così, perché è vero e urgente come la vita.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.