«NOTHING OUTSTANDING - King of the Opera» la recensione di Rockol

King of the Opera - NOTHING OUTSTANDING - la recensione

Recensione del 30 nov 2012 a cura di Daniela Calvi

La recensione

Ci sono dischi che sono belli a prescindere, già dal primo ascolto, già dalla prima nota della prima canzone. Ci sono dischi, sempre gli stessi di prima, che ti sembra di averli già sentiti, che ti sembra di conoscerli da sempre, essi e chi li suona/canta, salvo poi scoprire passaggio dopo passaggio, che vivono di identità propria e rimarranno nella tua discoteca per molto tempo, perché non è poi così vero che non possono più sorprenderti. Ci sono dischi, che sono delle gioie musicali che ringrazi di avere tra le mani e il motivo non sempre lo sai spiegare, tranne quando ti tocca parlarne per lavoro (che, anche in quel caso, le parole vengono fuori a fatica, perché non è detto che si riesca a giustificare proprio tutto…).
“Nothing outstanding” è uno di questi dischi. I King of the Opera, autori dell’album nonché ospiti di Rockol The Observer, sono la band capitanata da Alberto Mariotti e nata sulle ceneri di Samuel Katarro, primo progetto del songwriter toscano che dal rock-blues degli esordi è passato ad un genere più eterogeneo, dando alle stampe una raccolta di nove inediti uno più bello dell’altro. Un lavoro corposo, ricco di arrangiamenti e produzioni diverse, forse più determinate e consapevoli rispetto ai lavori precedenti di Mariotti, caratteristica questa che dà al disco uno stile più maturo e credibile. La bellezza dell’album si snoda passando dall’emozionante e trionfale ballad “Fibriciborio” fino ad arrivare all’inconsistenza musicale alla Byrne/Eno di pezzi come “GD” e come la title track “Nothing outstanding” passando per quello che da subito è uno dei brani immediati e piacevoli dell’intero album, “Worried about”, canzone facile da sentire ma non da suonare, come ci ha spiegato chi l’ha scritta e registrata, con rimandi alla new wave e all’alternative rock in puro stile Smiths.



Ci sono momenti più dark grazie a brani come “The floating song”, altri rocamboleschi e quasi fusion e psichedelici con “Pure ash dream” dove il supporto dei musicisti Wassilij Kropotkin (piano, chitarre elettriche, farfisa, violino) e Simone Vassallo (drums) si esprime al meglio, e altri ancora in puro stile Nick Drake come nel caso di “The hulfduck misery”, ballad con il compito di mettere la parola fine al disco (se il titolo della canzone non vi è nuovo andatevi a cercare il secondo album della discografia di Samuel Katarro…).

A poche settimane dalla pubblicazione in molti hanno già definito “Nothing outstanding” uno degli album dell’anno. Noi non possiamo che confermare, augurando ai King of the Opera di essere i protagonisti anche del 2013.



Tracklist:
“Fabriciborio”
“Worried about”
“GD”
“The floating song”
“Nothing outstanding”
“Heart of town”
“Nine-Legged spider”
“Pure ash dream”
“The halfduck misery"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.