«THE CIRCUS - Take That» la recensione di Rockol

Take That - THE CIRCUS - la recensione

Recensione del 12 dic 2008 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Due dischi con la parola “circus” nel titolo: escono lo stesso giorno, e sono di icone pop decadute e risorte. Stiamo parlando dei Take That e di Britney Spears, di cui vi abbiamo già riferito in questo spazio.
Le loro sono storie di rinascita, anche se un po' diverse. Quella di Britney è stata ed è decisamente più difficoltosa ed ancora in corso, anche se i risultati musicali lasciano a desiderare. Quella dei Take That si è svolta con grande sfarzo un paio di anni fa, e questo album è il secondo che la band pubblica dal ritorno sulle scene. Entrambi hanno fatto e fanno parte del circo dello show-biz e senza grandissima originalità hanno deciso di usare questa metafora per i rispettivi album.
“The circus” non ha moltissima originalità neanche dal punto di vista musicale: prosegue, in maniera un po' scontata, sulla linea di “Beautiful world”, alla ricerca di un pop adulto (i “ragazzi” hanno quasi 40 anni, mica possono fare ancora la boy band...), melodico e accattivante.
Nulla di più e nulla di meno: non cercano di stupire come Britney, sono più lineari ed ascoltabili, ma anche molto prevedibili. Qualche volta provano il pezzo più movimentato alla “Up all night” (con echi beatlesiani e dei Queen) o “Hello”, ma il loro passo è più orientato alle ballatone, ai mid tempo con crescendo come il singolo “Greatest day”.
Insomma: un disco piacevole, ascoltabile, ma nulla di più. Una ritorno sulle scene che ha ottenuto grande successo in patria, e che ha mantenuto un livello artistico dignitoso: di pop pur sempre si parla. Ma ora che il ritorno sulle scene è compiuto e consolidato, si poteva osare un po' di più, no? Si può fare del buon pop anche senza essere troppo banali...

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.