«STORYTELLERS - Bluvertigo» la recensione di Rockol

Bluvertigo - STORYTELLERS - la recensione

Recensione del 17 giu 2008 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

“I Bluvertigo hanno seminato ed altri hanno raccolto”, ha dichiarato Morgan alla presentazione alla stampa di questo disco. Un po' di sana presunzione non è mai mancata a questa band, e soprattutto al suo leader indiscusso: lo si è potuto vedere anche recentemente, nella sua chiacchierata apparizione come giudice a “X-Factor”. Morgan - e Andy, Livio e Sergio – sono dei grandi musicisti, che ogni spesso giocano a fare i personaggi: in fin dei conti è questo che li ha resi unici, e avanti di anni rispetto alla musica italiana dei '90, il periodo in cui hanno pubblicato i loro tre dischi. La loro carriera sembrava essersi chiusa dopo una non fortunatissima partecipazione a Sanremo nel 2001 e dopo il tour che ne segui. Morgan ha preso altre strade – una carriera solista iniziata bene, poi proseguita in modo altalenante, riassunta nella compilation “E' successo a Morgan”, pubblicata praticamente in contemporanea a questo “Storytellers”; gli altri hanno portato avanti i propri progetti, forse in maniera meno visibile.
E' una reunion più che benvenuta, questa dei Bluvertigo. Ed è anche giusto che a farla accadere sia la una TV musicale, perché l'ambito visuale è uno di quelli su cui i Bluvertigo hanno sperimentato di più, e con successo. Poi ci sono le canzoni, e che canzoni: brani come “Iodio” e “Sono = sono” hanno importato in Italia una contaminazione tra il pop e altri suoni (su tutti l'elettronica) molto diffusa all'estero, ma da noi praticamente assente, il tutto con un tocco tutto nostrano, grazie ai testi visionari e un po' stralunati di Morgan.
Le canzoni sono attualissime ancora oggi, e per certi versi lo sono ancora di più di quelle del Morgan solista, che spesso sono volutamente retrò. A dire il vero, le esecuzioni di “Storytellers” non sono sempre pulitissime, e alla fine si godono di più nell'allegato DVD, dove si vede la band non solo suonare ma chiacchierare con Paola Maugeri, dimostrando una ritrovata sintonia.
Insomma, un buon ritorno: dopo il tour, sarà ora di dimostrare lo stato di forma con un nuovo disco di inediti (qua ci sono solo canzoni di repertorio). Ma, nel frattempo, “Storytellers” è una piacevole testimonianza del ritorno sulle scene di uno dei nomi più importanti della musica italiana degli ultimi anni. Chi non li conosce può (deve) partire da qua.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.