«SUMMER TEETH - Wilco» la recensione di Rockol

Wilco - SUMMER TEETH - la recensione

Recensione del 18 mar 1999

La recensione

È un disco davvero strano, questo ultimo lavoro della band di punta del cosiddetto alternative country americano (per quel che possono valere le etichette). Loro, d’altro canto, hanno sempre fatto di tutto per sfuggire alle categorizzazioni, buone tutt’al più per i mass media ma non per gli artisti.
È un disco strano, difficile e che a ripetuti ascolti non convince nemmeno molto. Ai Wilco bisogna render merito della voglia di sfidare se stessi, di cambiare registro a ogni nuova avventura musicale, ma francamente questo approccio al pop risulta poco convincente.
Con il precedente (ormai quasi tre anni fa) e ottimo "Being there" avevano composto un doppio tra i più avvincenti del nuovo rock americano, ricco di rimandi alla stagione classica di questa musica e poi l’anno scorso con "Mermaid avenue" composto insieme a Billy Bragg musicando testi inediti di Woody Guthrie avevano superato se stessi.
Oggi, invece, non si capisce cosa Jeff Tweedy e compagni avevano in mente: c’è un preciso rimando al pop di marca beatlesiana, con ricchi arrangiamenti fatti di archi, fiati, effetti vari ma sembra un pop depresso e deprimente, cioè l’esatto contrario di quello che dovrebbe essere un buon disco pop: il tono è ‘dark’, scuro, triste e involuto e le canzoni, melodicamente, sono poco più che tracce abbozzate.
Qualcosa si distingue ("When you wake up feeling old", "ELT") ma è poca cosa.
Potrà piacere agli amanti delle atmosfere lo-fi e depresse di certo alternative rock di oggi, ma non sicuramente a chi amava il loro approccio irriverente al country, quello mutuato dagli Uncle Tupelo di cui Jeff Tweedy era il co-leader.
Strano disco, ma la fiducia ai Wilco è confermata in virtù delle prove precedenti. Sicuramente in futuro hanno già in cantiere una nuova svolta e noi attendiamo fiduciosi.

TRACK LIST
"Can’t stand it"
"She’s a jar"
"Shot in the arm"
"We’re just friends"
"I’m always in love"
"Nothing’s Ever Going To Standing My Way (Again)"
"Pieholden suite"
"How to fight loneliness"
"Fire Chicago"
""ELT"
"My darling"
"When you wake up feeling old"
"Summer teeth"
"In a future age"
"23 blank seconds"
"Candy floss"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.