«O-GENIO - 1963 LIVE IN BRAZIL - Ray Charles» la recensione di Rockol

Ray Charles - O-GENIO - 1963 LIVE IN BRAZIL - la recensione

Recensione del 29 lug 2005

La recensione

Qualche tempo fa Ray Charles ritrovò nella sua cantina una registrazione di una sua esibizione in Brasile, risalente al 1963. Così propose allo storico produttore James Austin di restaurare quelle immagini e portarle in formato digitale. Poi, a causa di impegni da parte di entrambi, l’idea fu messa da parte e ripresa solamente in un momento spiacevole: la scomparsa di Ray. In quel periodo il produttore, su richiesta dei tutori legali del pianista, si mise alla ricerca di tutto il vasto materiale in suo possesso e così spuntò fuori questa registrazione unica.
Le immagini presenti in questa pubblicazione risalgono al 22 settembre 1963 (un giorno prima del 33esimo compleanno di Ray) quando a San Paolo Ray Charles tenne un grandissimo show per la televisione brasiliana. “O-Genio: Ray Charles live in Brazil 1963” è suddiviso in due sezioni, entrambe rigorosamente in bianco e nero. Nel “First show” sono riprese le prove in studio dello spettacolo con “The genius” in grandissimo spolvero ed accompagnato da una big band di altissimo livello formata, fra gli altri, da musicisti come il contrabbassista Edward Willis, il batterista Wilbert Hogan, il chitarrista Elbert “Sonny” Forriest, il sassofonista David “Fathead” Newman, il trombettista Phil Guilbeau e le Raeletts, le irrinunciabili coriste.
In questa parte sono presenti brani come “What I’d say”, nella quale spicca la voce della “capo-corista” Margie Hendricks, “In the evening (when the sun goes down)”, malinconico blues con la splendida tromba di Guilbeau protagonista, il country di “Margie” e la leggendaria “Hit the road Jack” con il fantastico duello vocale tra Ray e Margie. Il filmato si conclude con un’improvvisazione jazz nella quale è possibile ammirare “il genio” cimentarsi con il sax.
Il secondo show si riferisce invece al concerto effettivamente andato in onda sulla tv brasiliana. Le immagini, in questo caso, risultano molto più rovinate, ma forse è proprio questo a renderle speciali, un po’ come quando si preferisce ascoltare un disco in vinile piuttosto che su CD. In questa parte, che si apre con l’immagine dell’Lp “Ray Charles entre nòs”, vengono proposte alcune delle canzoni precedentemente provate: si parte con “Hallelujah I love her so”, passando per Moanin’”, “My Bonnie”, “Don’t set me free” e “I can’t stop loving you”. Il concerto è intramezzato da due divertenti pubblicità brasiliane dell’epoca (con sottotitoli in inglese) dei tessuti Erontex.
“O-genio: Ray Charles live in Brazil 1963” è una pubblicazione di grande livello che permette agli appassionati di Ray Charles di godersi questa storica esibizione, che forse proprio a causa della non perfetta qualità delle immagini, trasporta gli spettatori in quegli anni lasciando in bocca un gustoso sapore vintage.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.