«ANOTHER WORLD - Brian May» la recensione di Rockol

Brian May - ANOTHER WORLD - la recensione

Recensione del 15 lug 1998

La recensione

E' dura parlare di Brian May senza citare Freddie Mercury e i Queen. Ma d'altra parte, è inevitabile. Anche perchè, sei anni dopo il primo disco solista di May, uscito pochi mesi dopo la scomparsa di Freddie, questo doveva giungere a mente un po' più serena. Invece la sfiga ha colpito ancora, questa volta portando il chitarrista al funerale di Cozy Powell, che ha suonato la batteria in molti brani. Il tema del ricordo di chi non c’è più peraltro corre parallelo anche in "All the way from Memphis" (finalmente qualcuno che si ricorda dei Mott the Hoople). Insomma, il disco di May porta con sé inscindibili connessioni e confronti col passato. Dal punto di vista del proprio personale percorso musicale, in "Another world" il lungo ricciolone mostra i suoi pregi e i suoi difetti, moltiplicati per 6 (come gli anni trascorsi). Nelle composizioni chitarristiche dalla vena hard-rock, quella che lo rende un punto di riferimento irrinunciabile per più di una generazione di axe-men, May si conferma orgogliosamente l'uomo di "We will rock you", e regala bordate spettacolose, con robuste trame ritmiche e assoli sui quali campeggia il suo marchio di fabbrica. Quando invece si cimenta con le melodie, la sensazione, che del resto si aveva anche nel primo album, in "Made in Heaven" così come nell'inedito di "Queen Rocks", è che sullo spartito manchi (oltre alla voce, è chiaro) qualche arzigogolo decisivo che ai tempi di "Love of my life" poteva arrivare dal tocco pianistico superiore di Freddie. Un buon disco, ma manca qualcosa. Anzi, qualcuno.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.