«WHITE BOY WITH A FEATHER - Jason Downs» la recensione di Rockol

Jason Downs - WHITE BOY WITH A FEATHER - la recensione

Recensione del 28 set 2001

La recensione

Riuscite ad immaginare i due ambiti musicali portatori dell’immaginario più maschilista e kitsch? Tiriamo ad indovinare a cosa avete pensato: il country e il rap. Provate a pensare cosa verrebbe fuori unendo questi due generi? Beh, ci siete andati vicini, se il risultato che vi siete immaginati è quello contenuto in questo disco. Jason Downs, 27 anni si presenta con la divisa d’ordinanza del country singer, faccia pulita, cappello a larga tesa, chitarra in mano. Ma nella sua musica ci sono anche ritmi campionati e rime. Non manca il contorno un po’ sessista (il testo di “Girls” è un campionario di osservazioni di cattivo gusto sull’impossibilità di scegliere una ragazza solamente), ed il gioco è fatto.
Paradossalmente (per fortuna) il risultato non equivale alla somma dei singoli fattori. Perché “White boy with a feather” è un disco comunque piacevole, con idee quantomeno originali. La prouzione è ottima (l’etichetta che pubblica il disco è la Jive, responsabile del lancio di Backstreet Boys, ‘N Sync e Britney varie), pure troppo perfetta. Infatti, il rovescio della medaglia della “sperimentazione” di questo disco è che è tutto un po’ troppo pulito. Da due generi “sporchi” come il rap e il country si può anche tirare fuori qualche zampata più aggressiva, che qui manca.
Quella di Jason Downs è una scommessa magari non vinta, ma comunque giocata egregiamente, al di là di ogni pregiudizio di genere e d’etichetta. Magari in futuro ci riserverà qualche sorpresa in più.

(Gianni Sibilla)

Tracklist:
“White boy with a feather”
“Girls”
“Trippin’”
“4 chords for you”
“Trouble”
“The revenue”
“One of those days”
“Hey”
“Cherokee”
“Better lucky next time”
“Ecstasy”
“Good night”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.