Rockol Awards 2021 - Vota!

Jesse the Faccio suona "Cose che ho" live per Rockol

Il cantautore padovano pubblica il suo nuovo ep e si mette a nudo con coraggio ed onestà.
Jesse the Faccio suona "Cose che ho" live per Rockol
Credits: Riccardo Michelazzo

"Le cose che ho" è il nuovo ep di Jesse The Faccio, terzo lavoro discografico in uscita venerdì 26 novembre per Dischi Sotterranei. In questo nuovo lavoro il cantautore padovano si mette a nudo con coraggio, affrontando tematiche profondamente personali e dando forma e sostanza a quello che forse è il suo lavoro più difficile e delicato finora. Nei quattro brani che compongono l’ep, Jesse riversa se stesso e le emozioni che ha vissuto nel periodo di lockdown recentemente passato, in parte ancora presenti. L'artista ha suonato dal vivo per Rockol "Cose che ho".

I testi, scritti di getto in pochissimi giorni, sono intimi e sentiti, onesti e capaci di parlare senza vergogna di sentimenti che spesso tendiamo a reprimere o nascondere. L’abbandono, la solitudine, la depressione, la dipendenza, l’amore, la paranoia: Jesse, con il suo stile viscerale, va dritto al punto, scavando ancora più a fondo, spiegandosi in maniera  esplicita e diretta.

Anche a livello di sonorità e arrangiamento, Jesse si distacca dal passato e aggiunge alla sua miscela di lo-fi rock e cantautorato italiano elementi nuovi, arrangiamenti insoliti ed esperimenti sonori. Il punk viene abbandonato, ma rimane nell'attitudine: l’ep nasce da beat campionati e inviati a Jesse durante la prima quarantena, sui quali ha cominciato a lavorare con la chitarra acustica ed elettrica per poi continuare ad arricchirli insieme a Francesco Gambarotto (batterista e produttore), inserendo fiati e archi, utilizzando per la prima volta tastiere e pianoforte. Ogni brano è poi profondamente legato agli altri: nell’intro della prima canzone si riprendono i cori dell’ultima, il secondo pezzo prende in prestito una chitarra dal terzo, e così via. Una sorta di loop di pensieri e suoni, una ripetizione ragionata di intensa semplicità che è una delle chiavi di lettura di questo lavoro.

I video che accompagnano ogni brano hanno una grande importanza nel progetto e permettono di immedesimarsi ancor di più nel mondo e nell’immaginario del cantautore. Ideati da Jesse stesso con Michele Novak (Dischi Sotteranei) e poi integrati durante le riprese dal regista e videomaker Luis Menegale, sono  ambientati in quattro classiche stanze di una casa: il bagno, la cucina durante una cena tra amici, il salotto insieme alla fidanzata e infine la camera da letto dalla quale poi Jesse finalmente trova la forza di uscire. La solitudine, l’ansia e la depressione emergono dunque proprio tra le mura di casa, in quel luogo dove una persona dovrebbe sentirsi tranquilla, serena e a proprio agio.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.