Rockol Awards 2021 - Vota!

X Factor, Manuel Agnelli: “Se qualcuno paragona i Maneskin ai Sonic Youth non ha capito un cazzo”

Intervista al rocker e giudice del talent: “I farisei del rock vorrebbero dirci che cosa è rock e che cosa non lo è. Non vanno ascoltati”.
X Factor, Manuel Agnelli: “Se qualcuno paragona i Maneskin ai Sonic Youth non ha capito un cazzo”

Dopo gli Home Visit, si sono ormai concluse le selezioni per i concorrenti che parteciperanno ai live di X Factor che inizieranno giovedì 28 ottobre. Il talent show musicale condotto da Ludovico Tersigni entra così in una delle sue fasi più calde. Si sono formate le squadre dei quattro giudici del talent, che quest’anno si è presentato al pubblico nel segno dell’inclusione e dell’abbattimento dei generi e delle categorie. Manuel Agnelli spiega che cosa significa per lui la “contaminazione”, ripercorre la sua carriera e racconta il perché della sua curiosità musicale e della voglia di sperimentare. Intervistare il giudice rocker di X Factor (l'intervista completa si può ascoltare guardando il video qui sotto) è anche l’occasione per sottolineare come le band e il rock, in queste ultime edizioni, stiano sempre prendendo più spazio. Per la voce degli Afterhours questo non è un “miracolo”, ma è frutto di un lavoro all’interno del programma e anche di una tendenza generale, quella che sta portando tanti ragazzi a riscoprire la magia del suonare uno strumento.

Immancabile una riflessione sui Maneskin, che Agnelli ha contribuito a far conoscere in modo significativo tanto da essere considerato da loro stessi un mentore: “Sui Maneskin tante cose non sono state capite. Ci sono i farisei che credono di sapere la verità su cosa sia rock and roll e su che cosa non lo sia, non so chi abbia dato loro questo tipo di laurea perché in realtà sono proprio loro a non essere rock. Se qualcuno paragona i Maneskin ai Sonic Youth non ha capito un cazzo. I Maneskin sono un gruppo mainstream, si possono paragonare agli Aerosmith. Da sempre hanno voluto essere mainstream. La chiave di lettura dei Maneskin è il loro talento performativo, la loro freschezza e il fatto che in questo momento rappresentano il contemporaneo. Non ha senso l’analisi musicale dei Maneskin, ma ha senso capire il fenomeno Maneskin. Poi uno è liberissimo di non farseli piacere, ma comprenderli significa comprendere il linguaggio dei ragazzi d’oggi”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.