L'indimenticabile addio di Puff Daddy e Faith Evans a Notorious B.I.G.

Con la benedizione di Sting che permise di campionare "Every breath you take"
L'indimenticabile addio di Puff Daddy e Faith Evans a Notorious B.I.G.

Il 28 giugno 1997 la canzone "I'll be missing you" interpretata da Puff Daddy e Faith Evans raggiunse il primo posto della classifica di vendita britannica, in quella statunitense - il brano che era stato pubblicato nella seconda metà del maggio precedente, come secondo singolo dell'album di colui che all'anagrafe risponde al nome di Sean Combs, "No Way Out" – lo aveva raggiunto con un paio di settimane di anticipo, il 14 giugno.

La canzone è un sentito tributo al rapper Notorious B.

I.G., grande amico di Daddy e marito di Faith Evans, che venne ucciso a colpi di arma da fuoco il 9 marzo 1997 alla verde età di 24 anni. La tragedia accadde a Los Angeles, dopo una festa organizzata da una casa discografica e dalla rivista Vibe, il Suv su cui viaggiava B.I.G. venne accostato da un altro veicolo, da questo un uomo esplose una serie di colpi, quattro di questi colpirono mortalmente il musicista newyorkese. Il vile agguato è rimasto senza un colpevole, infatti la polizia non effettuò nessun arresto riconducibile a quell'omicidio.

Alla festa, tra i presenti, oltre a Faith Evans anche Puff Daddy, suo compagno di etichetta discografica. L'enormità dell'accaduto lo spinse a voler incidere una canzone, come dichiarò lo stesso Daddy: "Quando ho registrato il disco, sono finalmente riuscito a parlargli. Tutto qui, era solo una conversazione." In "I'll be missing you" Sean Combs ha campionato una delle sue canzoni preferite, "Every Breath You Take" dei Police. Sting, che la scrisse, compare nei crediti del brano e ha molto apprezzato che Daddy abbia usato proprio un suo brano per onorare l'amico scomparso. L'ex frontman dei Police, in occasione degli MTV Video Music Awards del 1997, lo accompagnò sul palco per interpretare "I'll be missing you".



In realtà il testo della canzone, come venne rivelato in seguito, non fu scritto da Puff Daddy, bensì da un altro rapper, Sauce Money, che trasse ispirazione dal dolore recatogli dalla scomparsa della madre. Negli Stati Uniti, nel 1997, "I'll be missing you" vendette oltre 3 milioni di copie e fu il secondo singolo più venduto dell'anno, alle spalle della inarrivabile "Candle In The Wind '97" di Elton John, altro brano tributo, in onore della principessa Diana, mancata nell'agosto di quell'anno, che vendette oltre 11 milioni di copie.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.