Francesco Guccini ricorda Raoul Casadei: ‘Era uno che si appassionava a quel che faceva’

Il cantautore emiliano rende omaggio al re del liscio scomparso ieri, 13 marzo: 'Non ci siamo mai incrociati nelle nostre carriere, però Casadei era un bel personaggio'
Francesco Guccini ricorda Raoul Casadei: ‘Era uno che si appassionava a quel che faceva’

A margine di un’intervista concessa al Corriere della Sera, Francesco Guccini ha ricordato Raoul Casadei, il “re del liscio” scomparso ieri -13 marzo - all'ospedale Bufalini di Cesena, dove era ricoverato perché positivo al Covid-19 da più di una settimana.

Pur non avendolo mai conosciuto di persona, il cantautore emiliano ha salutato il romagnolo Casadei con parole di ammirazione: “Non ci siamo mai incrociati nelle nostre carriere, però Casadei era un bel personaggio, uno che si appassionava a quel che faceva, era decisamente bravo”. 

Guccini, che iniziò a suonare in un’orchestra da balera, rendendo omaggio alla leggenda della popolare musica da ballo romagnola ha ricordato le sue prime esperienze con il complesso musicale degli Hurricanes (poi chiamatisi Snakes e infine Gatti): “Casadei l’ha sicuramente consacrato a genere autonomo, però ‘il liscio’ in fin dei conti, nelle nostre lande, in Emilia come in Romagna, è sempre esistito. Dai tempi delle bande austriache dell’800 che qui declinammo coi soli strumenti che avevamo a disposizione, il clarino e la fisarmonica”. Ha aggiunto: “Cantavo e strimpellavo la chitarra: tra un Nico Fidenco e un Peppino di Capri, arrivava il fatidico momento degli ‘obbligatori’: valzer , mazurka, tango, polka. Non ci si poteva scappare”.

Sottolineando poi l’importanza di Casadei per la musica da ballo, Francesco Guccini ha detto: “Raoul, e prima ancora suo zio Secondo, hanno saputo intercettare l’ansia di spensieratezza che c’era nell’Italia del Dopoguerra, una voglia di ballare che ‘faceva luce’”.

Tra coloro che hanno ricordato Raoul Casadei a seguito della sua scomparsa, Moreno "il Biondo" Conficconi degli Extraliscio, che in passato ha fatto parte della leggendaria Orchestra Casadei, ha omaggiato il “re del liscio” con un messaggio condiviso su Facebook ieri in cui ha scritto: “Stare al suo fianco è stato un onore e un privilegio”. Laura Pausini ha affidato il suo ultimo saluto al patriarca della celebre dinastia musicale romagnola a un tweet. “"Ciao Raoul. La Romagna, l'Italia e il mondo intero ti salutano e ti abbracciano con tanto amore”: queste le parole in onore di Casadei della cantante romagnola.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.