Quando "Relax" dei Frankie Goes to Hollywood venne censurata dalla BBC

Il video della canzone della band di Holly Johnson venne bandito anche da MTV
Quando "Relax" dei Frankie Goes to Hollywood venne censurata dalla BBC

Il 13 gennaio 1984 l'emittente di stato britannica BBC Radio 1 annunciò che la canzone "Relax", interpretata dall'esordiente band di Liverpool Frankie Goes to Hollywood, veniva esclusa dalla programmazione – detto in altre parole, censurata - dopo che il DJ Mike Read l'aveva definita oscena. In rapida successione, per osmosi, venne vietata anche sulle reti televisive della BBC.

"Relax" era stata pubblicata come singolo qualche mese prima, il 23 ottobre del 1983, e riuscì a raggiungere la vetta della classifica di vendita britannica il 24 gennaio 1984, solo una decina di giorni dopo la censura della BBC che, forse, indirettamente, come spesso accade in questi casi, con la sua netta presa di posizione non fece altro che accendere i fari dell'attenzione generale sul brano e portargli ulteriore pubblicità.

A puntare sui Frankie Goes to Hollywood e a volerli nella sua etichetta discografica, la ZTT Records, fu Trevor Horn, musicista e produttore, già membro dei Buggles – quelli noti per "Video Killed the Radio Star" – e poi, per un solo album, "Drama" del 1980, cantante degli Yes.

Horn li aveva notati durante una trasmissione televisiva, dove avevano proposto proprio una prima versione di "Relax". Certo, ci sarebbe stato da lavorarci sopra, ma i ragazzi possedevano dei numeri. Trevor Horn mise mano a "Relax" e gli fornì, con l'aiuto di J.J. Jeczalik degli Art of Noise, una base musicale più elettronica. La nuova versione del brano venne registrata negli studi di West London e soltanto il cantante del gruppo, Holly Johnson, autore del testo – mentre la musica venne scritta oltre che dallo stesso Johnson anche dagli altri componenti della band Mark O'Toole e Peter Gill - partecipò alla seduta di registrazione.

Tra i soci di Horn nella ZTT Records vi era il giornalista Paul Morley che imperniò la campagna pubblicitaria per lanciare "Relax" su alcune riviste britanniche facendo leva sull'ambigua immagine sessuale di Holly Johnson e Paul Rutherford vestiti da marinai che si accompagnava al claim 'All the Nice Boys Love Sea Men', che anticipava un ben più potente, 'Frankie Goes to Hollywood are coming… making Duran Duran lick the sperm off their shoes… Nineteen inches that must be taken always', lascio a voi la fatica e la delizia di interpretarne il senso.

Il loro passaggio televisivo al seguitissimo programma Top of the Pops, il 5 gennaio 1984, durante il quale i Frankie Goes to Hollywood presentarono "Relax" sortì un doppio effetto: quello di portarli immediatamente al sesto posto della classifica di vendita e, come riportato in precedenza, di attirarsi l'inimicizia della BBC, potente emittente di stato britannica. Quando "Relax" giunse in vetta alla chart, accadde che Top of the Pops, che non poteva suonarla data la presa di posizione della BBC, ne annunciava la prima posizione mandando in onda un'altra canzone della classifica.

Date queste premesse non poteva che essere oltraggioso, e quindi anch'esso bandito, non solo dalla BBC ma anche da MTV, il video di "Relax", diretto da Bernard Rose. La clip, ambientata in un gay bar a tema sadomaso, effettivamente aveva ed ha una certa forza visiva. Ne venne girata allora una seconda versione più classica che vedeva il gruppo semplicemente esibirsi su un palco.

"Relax" rimase per cinque settimane consecutive in cima alla classifica di vendita, poi, la fisiologica discesa. Qualche mese più tardi, nel giugno 1984, il prepotente ritorno. Il brano risalì infatti fino alla seconda posizione, allorquando anche il secondo singolo dei Frankie Goes to Hollywood, "Two Tribes", conquistò il primo posto, davanti, per l'appunto, a "Relax".

Il miracoloso 1984 della band di Liverpool però non doveva chiudersi con "Two Tribes". Il primo dicembre, anche il loro terzo singolo, "The Power of Love", va a raggiungere la prima posizione della classifica. Questo è un exploit fuori dalla norma riuscito in precedenza in Gran Bretagna solo ai Gerry and the Pacemakers nel 1963. Al primo posto della classifica, questa volta degli album, ci finisce, inutile dirlo, anche il doppio LP che includeva i tre singoli: "Welcome to the Pleasuredome". La popolarità dei Frankie Goes to Hollywood valicò i patri confini e "The Power of Love" venne presentata al pubblico italiano sul palco del teatro Ariston di Sanremo all'edizione del festival del 1985.

I Frankie Goes to Hollywood pubblicarono un secondo album, "Liverpool", nell'ottobre 1986. Fu il loro canto del cigno, litigi interni alla formazione portarono questa a sciogliersi nel 1988.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.