Rockol Awards 2021 - Vota!

David Bowie Tribute Day: Riccardo Onori feat. Sabina Sciubba in "Where are we now" per Rockol

La canzone dell'album "The next day", del 2013
David Bowie Tribute Day: Riccardo Onori feat. Sabina Sciubba in "Where are we now" per Rockol

Riccardo Onori partecipa al David Bowie Tribute Day allestito da Rockol oggi 10 gennaio 2021, nel quinto anniversario della morte dell'artista, con una sua cover di "Where are we now" feat. Sabina Sciubba.


"La stella luminosa nella video rappresenta David Bowie, la sua luce che ci accompagna dal paradiso mentre suoniamo la sua canzone nella quale ci racconta un suo nostalgico soggiorno a Berlino. 
Non solo ci illumina, questa sua luce, ma copre anche l’inestetica aria condizionata sulla parete".

Donald Renda, batteria; Leonardo Baggiani, basso; Sabina Sciubba, voce e montaggio video; Riccardo Onori, chitarra. Registrato al DDRstudio

 

David Bowie, il quinto anniversario della morte: leggi lo speciale.

David Bowie, il quinto anniversario della morte: tutte le cover realizzate per il Tribute Day di Rockol da artisti italiani


Riccardo Onori nasce a Prato il 26 marzo del 1969 e inizia a suonare la chitarra intorno ai 14 anni. Studia per qualche tempo chitarra classica alla Scuola di Musica di Fiesole per poi appassionarmi al jazz e seguire varie Clinics con musicisti come Pat Metheny, John Abercrombie, Jim Hall, Bill Frisell e Bruce Forman.
Collabora qualche anno con diversi gruppi del panorama fiorentino, come Edipo e il suo Complesso, Diaframma e Gezz Zero Group.

Nel 1994 entra a far parte dell’Orchestra Europea del Paese degli Specchi diretta da Bruno Tommaso, Kenny Wheeler, George Russel, Ray Wharlight e Steve Coleman, dalla quale nasce lo Specchio Ensemble, progetto parallelo diretto da Domenico Caliri, che vince subito la Biennale di Bologna col suo primo disco. Crea poi un trio jazz a suo nome con cui partecipa, vincendo, al concorso “EuroJazz” di Oristano.


Dal 1995 collabora con i Dirotta su Cuba per alcuni album e tour, partecipando anche al Festival di Sanremo del 1997, anno in cui inizia a lavorare con Irene Grandi, seguendola nei suoi tour fino al 2000. Nel frattempo fa anche parte del progetto “L’Orchestra del Titanic” insieme a Stefano Bollani con cui registra alcuni dischi, in particolare “La Gnosi Delle Fanfole”.
Dal 2001 in poi entra a far parte del team di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, accompagnandolo nei suoi tour, partecipando alla registrazione dei suoi dischi e alla composizione delle sue canzoni.
Nel 2003 entra a far parte del progetto musicale alternativo Collettivo Soleluna creato dallo stesso Jovanotti e di cui fanno parte anche il bassista Saturnino, il pianista Giovanni Allevi e molti altri musicisti.


E' co-autore con Jovanotti di “Mi fido di te” che fa parte dell’album “Buon sangue” del 2005, di “Fango” (per il quale collabora con Ben Harper) e di “Safari”,  “Come musica” e  “Mezzogiorno”, tutti nell'album "Safari".
Parallelamente produce due album di La Camera Migliore, “La Camera Migliore” e “Cari Miei”, per l’etichetta “Due Parole” di Carmen Consoli, e nel 2009 – insieme a più di 50 artisti della musica italiana – partecipa alla registrazione del brano dedicato alle vittime del terremoto in Abruzzo, “Domani”.
Nel frattempo collabora con artisti della scena italiana ed internazionale come Eumir Deodato; il cantante dei Faith No More Mike Patton nel progetto “Mondo Cane”; Giusy Ferreri negli album “Gaetana” e “Fotografie”; Micol Barsanti nel disco “La Chiave del Sole”; Tricarico nell’album “L’imbarazzo”.


Nel 2010 partecipa alla stesura del brano “Baciami Ancora” di Jovanotti che fa parte della colonna sonora dell’omonimo film di Gabriele Muccino e vince il David di Donatello come migliore canzone originale.
Segue poi Jovanotti nel concerto tenuto a Taormina insieme all’Orchestra Roma Sinfonietta e poi nei suoi tour in terra americana, toccando città come Washington, New York, Boston, Philadelphia, Montreal, Toronto, Chicago, Hollywood, Santa Monica e San Francisco, fino all’uscita dell'album “Ora”, nel 2011, e dei singoli “Tutto l’amore che ho” e “Ora” di cui è co-autore, come, sempre con Jovanotti, di “Tu mi porti su” per Giorgia.
Partecipa al tour “Ora” di Lorenzo e ha l’occasione di suonare al Bonnaroo Music Festival in Tennessee, quando Jovanotti è il primo artista italiano ad esibirsi su quel palco. Dopo altri concerti negli Stati Uniti e l’uscita della raccolta “Backup: Lorenzo 1987-2012”, nel 2013 partecipa al “Backup Tour” nei principali stadi italiani e nel 2014 è ancora accanto a Lorenzo al Rock in Rio e al Lollapalooza in Cile e Argentina.


Nel luglio del 2014 partecipa al Festival Au Desert a Firenze e nel settembre dello stesso anno partecipa per primo all’innovativo progetto di “chitarra aumentata” durante il Contemporanea Festival a Prato.
Durante il corso dell’anno poi lavorera alla registrazione dell’album di Jovanotti che esce nel febbraio 2015 con il titolo “Lorenzo 2015 CC” anticipato dal singolo “Sabato” di cui Onori è co-autore.

E nello stesso album firma  anche la musica di “L’Estate Addosso”, candidata come miglior canzone originale ai Nastro D’Argento. Poi, da giugno 2015, segue sicuramente Lorenzo nel suo tour negli stadi italiani.
Nel 2016 collabora alla scrittura di brani di vari artisti: con Le luci della centrale elettrica di Vasco Brondi scrive tre brani dell’album “Terra” (“Qui”, “Stelle marine” e “A forma di fulmine”).
Collabora poi con Samuel dei Subsonica per il suo primo album da solista: nel disco “Codice della bellezza” è coautore di “Passaggio ad un’amica”, “Voleva un’anima” e “Vedrai”. Con quest’ultimo brano partecipa con Samuel al Festival di Sanremo 2017.


Nel 2017 torna al Festival Au Desert per suonare insieme a Hindi Zahra e jammare con Justin Adams (chitarrista di Robert Plant) e Sanou Ag Ahmed (chitarrista dei Terakaft). Poi lavora insieme al produttore Rick Rubin per realizzare l’album “Oh, vita!” di Jovanotti nel quale suona come sempre le chitarre e co-firma i brani “Oh, vita!”, “Le canzoni”, “In Italia”, “Sbagliato”, “Viva la libertà”, “Quello che intendevi”. E alla fine del 2017 partecipa alla trasmissione televisiva "Che tempo che fa" di Fabio Fazio per suonare insieme a Jovanotti, Bombino e Tony Allen.


All’inizio del 2018 parteciperei con Jovanotti a un mega tour di 68 concerti in Italia ed Europa e in estate partecipa, sempre con Lorenzo, all’evento di beneficenza RisorgiMarche ideato da Neri Marcorè dove suona davanti a oltre 70mila persone.
Nel 2018 pubblica il suo primo album da solista, "Sonoristan", al quale partecipano molti degli artisti con cui ha suonato nel corso degli anni: Gianluca Petrella, Sabina Sciubba delle Brazilian Girls, Hindi Zahra, Dan Kinzelman, Ruben Chaviano, Dimitri Espinoza, Mudimbi, Mohamed Azizi, Ahmed Ag Keady, Ziad Trambelsi e molti altri.


Nel 2019 è impegnato nel JovaBeachTour di Jovanotti che tocca numerose località italiane.


Nel corso degli anni collabora anche con altri artisti, come Max Gazzé, Alex Britti, Syria, Horacio Hernandez, Enrico Rava, Gianni Maroccolo, Ernestico Rodriguez, Marco Tamburini, Massimo Manzi, Jarabe de Palo, Paolino Della Porta, Fabrizio Sferra, Michael Franti, Cesare Cremonini, Giuliano Sangiorgi, Luca Carboni, Planet Funk, Karima, Paolo Buonvino, Alessandro Raina.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.