Addio a Alto Reed, il sassofonista di Bob Seger aveva 72 anni

Il musicista di Detroit aveva un cancro al colon.
Addio a Alto Reed, il sassofonista di Bob Seger aveva 72 anni

Questa mattina è morto all'età di 72 anni a causa di un cancro al colon il sassofonista Alto Reed, componente imprescindibile della Silver Bullet Band di Bob Seger. Thomas Neal Cartmell, questo il suo vero nome era nato a Detroit, ed era un membro originale dei Silver Bullet, venne arruolato da Seger nel 1974. Insieme al bassista Chris Campbell, è stato il musicista più longevo del gruppo, ed è andato in tour con Seger e la Silver Bullet fino alla fine del 2019.

Aveva iniziato a lavorare con Bob Seger nel 1972, suonando in qualità di session man nell'album "Back in '72", è sua l'inconfondibile intro di "Turn the Page". Seger ha detto di Reed: "Lo amavo come un fratello. Io potevo essere il leader, ma lui era la nostra rock star. Era il preferito del pubblico, senza dubbio. Era coraggioso. Ho imparato tanto da quel ragazzo. E' stato un grande ambasciatore per i fan. Aveva tempo per tutti, ovunque. Di lui posso dire solo cose buone."

Oltre alla intro di "Turn the Page", sono degni di essere ricordati anche gli assoli presenti in "Old Time Rock and Roll" e "Rock and Roll Never Forgets". Oltre che con Seger Alto Reed ha lavorato anche con altri artisti, tra gli altri, Ted Nugent, Robin Gibb, Enchantment, Foghat e Grand Funk Railroad.

Jim O'Brien della stazione rock di Detroit WCSX ha dichiarato: "Era divertente parlare con lui, era sempre entusiasta per ciò che accadeva. Lo adorava. Era orgoglioso dei fan e della famiglia. Quello era tutto ciò di cui parlava. Ha fatto molto per le persone a Detroit senza che la gente lo sapesse. Era un bravo ragazzo. Era bello sentire la gioia nella sua voce".

Le figlie di Reed, Chelsea e Victoria, hanno così ricordato il padre: "I nostri cuori sono profondamente spezzati da questa enorme perdita, ma anche pieni di gratitudine mentre riflettiamo sulla sua eredità e su quanto siamo state incredibilmente fortunate a chiamare papà un ragazzo così speciale". La famiglia ha chiesto che le donazioni in nome di Reed siano fatte alla Detroit Harmony, un'iniziativa fondata dalla Detroit Symphony Orchestra per fornire strumenti musicali agli studenti della zona.

Queste le parole spese da Bob Seger in un comunicato: "È con il cuore pesante che vi informiamo della scomparsa del nostro amico di una vita e compagno di band, Alto Reed.

Alto è morto questa mattina a casa sua con la famiglia al suo fianco dopo aver combattuto una coraggiosa battaglia contro il cancro al colon. Alto è stato parte della nostra famiglia musicale, dentro e fuori dal palco, per quasi 50 anni. Ho iniziato a suonare con Alto nel 1971. Era fantastico. Sapeva suonare praticamente qualsiasi cosa. era funky, sapeva di scat, suonava insieme il sax tenore e il sax alto. Abbiamo lavorato spesso con Alto e quando abbiamo fatto i nostri primi concerti alla Cobo Hall, gli abbiamo chiesto di suonare con noi. Senza dubbio la sua performance iconica in "Turn The Page" ci ha aiutato a portarci a un altro livello. Da allora è stato con noi su quel palco praticamente in ogni spettacolo. Che fosse "Turn The Page", "Mainstreet" oppure "Old Time Rock and Roll", il pubblico urlava ogni volta che suonava la sua parte. Nella nostra band, Alto era la rock star. Fuori dal palco, Alto aveva una passione per scoprire e sperimentare cose nuove. Mi ha insegnato a navigare sulla Biscayne Bay, abbiamo nuotato con gli squali (involontariamente!), e spesso ci proponeva cibi e ristoranti che aveva scoperto. Lo chiamavo Capitano. Era più audace di me. Ricordo di esserlo andato a trovare nella zona di Miami e di averlo trovato a dar da mangiare ai lamantini in una laguna dietro casa sua. La maggior parte di noi dà da mangiare ai gabbiani, Alto ai lamantini! Alto aveva una famiglia ed era un padre favoloso. Ha aiutato a crescere due giovani donne talentuose, belle e intelligenti. Nel corso degli anni, la sua passione per la musica, la vita e le nuove avventure non è mai diminuita. Lo amavamo come un fratello e ci mancherà per sempre.".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.