Pete Best compie 79 anni: "Io e i Beatles"

I ricordi del batterista che fu sostituito da Ringo Starr 
Pete Best compie 79 anni: "Io e i Beatles"

Compie oggi 79 anni Pete Best, che è stato il batterista dei Beatles dal 15 agosto 1960 al 16 agosto 1962, quando venne sostituito da Ringo Starr - alla vigilia del primo successo del gruppo (nella fotografia che illustra l'articolo, è il primo da sinistra).

Sulla figura - professionale e umana - di Best sono state scritte molte cose, e le ragioni del suo "licenziamento" sono ancora in parte ignote, o comuque non esplicitate. Dopo lunghi anni di (comprensibile) depressione, culminati in un tentativo di suicidio, Best è venuto a patti con il suo passato; aiutato concretamente anche dal fatto che, all'uscita del primo volume dell'"Anthology" beatlesiana, avvenuta nel 1995, l'inclusione di alcuni brani in cui era lui a suonare la batteria gli abbia permesso di ricevere una somma assai sostanziosa (il cui importo non è mai stato definito, ma certamente non è inferiore al milione di sterline).

Nel giorno del suo compleanno, ascoltiamo Pete Best ricordare alcuni momenti della sua esperienza con i Beatles.

"Li ho incontrati nel club gestito da mia mamma Mona, il Casbah. Vennero giù al locale con George Harrison, che già conoscevo. George mi disse: 'a questi miei amici piacerebbe poter suonare qui'. Erano John Lennon e Paul McCartney".

"Amburgo per noi appariva come la pentola d'oro alla fine dell'arcobaleno. Le luci al neon erano come a Broadway in America, o nel West End di Londra. L'atmosfera era fantastica. Nessuno di noi aveva mai suonato prima in un locale come il Kaiserkeller".


"Suonavamo sette o otto ore al giorno, e quell'esperienza è stata essenziale per trasformare il gruppo in una band potente e carismatica, quella che poi avrebbe conquistato il mondo".


"George era tutto preso dalla chitarra, e non a caso era il chitarrista solista. Era sempre attento a migliorarsi, a lavorare sullo strumento, cercando nuovi suoni, nuovi accordi, nuovi riff".

"Anche John era un buon chitarrista solista, benché rispetto a George stesse un passo indietro - ma in parecchie occasioni era lui in primo piano. Però il suo forte erano la voce e la chitarra ritmica".

"All'epoca Paul era una presenza poco valutabile. Sapevamo che sapeva suonare la tromba, il pianoforte e la chitarra. Le sue capacità vennero fuori quando Stu Sutcliffe lasciò i Beatles, e Paul passò al basso".

 

"Brian Epstein lo conoscevamo perché era il proprietario del negozio di dischi NEMS. Era una persona ordinata, elegante, sempre ben vestita. Parlava a voce bassa, si innervosiva raramente. A noi appariva come un uomo d'affari, e così ci si era presentato. Cercò a lungo di essere considerato 'uno del gruppo', ma rimase sempre un po' un outsider".

"Quel giorno fatidico, nel suo ufficio, Brian mi disse: 'Ho cattive notizie per te. I ragazzi vogliono che tu lasci il gruppo e che entri Ringo. Rimasi senza parole, completamente sconfortato. Ero stato con i Beatles due anni, avevamo appena ottenuto un contratto discografico e stavamo per pubblicare 'Love me do' - e io ero stato fatto fuori.
Ma considero una fortuna averli conosciuti prima che diventassero i Beatles per tutto il mondo".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.