Cranberries, complimenti a Miley Cyrus per la cover di 'Zombie'

'Dolores ne sarebbe rimasta impressionata'
Cranberries, complimenti a Miley Cyrus per la cover di 'Zombie'

La versione live di "Zombie" eseguita da Miley Cyrus presso il Whisky A Go Go di Los Angeles lo scorso weekend nell'ambito della maratona benefica #SaveOurStages Fest è stata pubblicamente elogiata dai Cranberries, la band della scomparsa Dolores O’Riordan che pubblicò la versione originale della canzone come quarta traccia (e singolo apripista) del disco del 1994 "No Need to Argue". In un post pubblicato oggi, martedì 20 ottobre, sul proprio canale Twitter ufficiale, la formazione irlandese ha posto i propri omaggi alla popstar americana, negli ultimi tempi sempre più apprezzata anche in ambito rock.

"Siamo felicissimi di aver sentito Miley Cyrus rifare 'Zombie' al Whisky A Go Go di Los Angeles per il SaveOurStages Fest. E' una delle migliori versioni che siano mai state fatte. Crediamo che Dolores ne sarebbe rimasta molto impressionata".

"Zombie" fu ispirata a Dolores O'Riordan da un attentato con esplosivi rivendicato dall'IRA nel 1993 a Warrington, nel nordo ovest del Regno Unito, nel quale rimasero uccisi due giovanissimi, Johnathan Ball di tre anni e Tim Parry di dodici. "Eravamo su un tour bus vicino al luogo in cui successo il fatto, quindi rimasi davvero molto colpita", spiegò l'autrice: "Ero piuttosto giovane, ma ricordo di essere stata distrutta dalla morte di bambini innocenti che venivano trascinati in quel genere di cose. Ecco perché canto 'non sono io': anche se sono irlandese, non sono stata io, non l'ho fatto. Perché essere irlandesi era piuttosto difficile, specialmente nel Regno Unito, quando la tensione era così alta".

Entrata nella top ten delle classifiche di vendita di praticamente tutti i paesi occidentali - con prime posizioni in Australia, Belgio, Francia e Germania - e forte di quasi 800mila copie vendute nel solo Regno Uniti, "Zombie" dalla sua pubblicazione è stata riletta - in studio e dal vivo - da almeno una cinquantina di artisti, tra i quali figurano Amanda Palmer, Skott Freedman, Corrine Andersson e Lacy Mandigo:

Nei mesi successivi la scomparsa della cantante e autrice fece molto discutere la cover dei Bad Wolves, che - per le tempistiche di pubblicazione - fu giudicata "indelicata" dei compagni di gruppo dell'artista.


 

Dall'archivio di Rockol - raccontano Dolores e "In the end", l'album postumo
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.