All'asta una lettera di Brian Epstein che conferma il licenziamento di Pete Best

Il manager dei Beatles lo estromise dalla band in favore di Ringo Starr.
All'asta una lettera di Brian Epstein che conferma il licenziamento di Pete Best

Andrà all'asta una lettera scritta dal manager dei Beatles Brian Epstein seguente al licenziamento del batterista del quartetto di Liverpool Pete Best. Best fece parte del primo nucleo dei Beatles - quello che Epstein firmò nel gennaio 1962 dopo averli visti suonare al Cavern di Liverpool - insieme a John Lennon, Paul McCartney e George Harrison. Best fu poi estromesso dalla band dallo stesso Epstein che lo sostituì, nell'agosto 1962, da Ringo Starr.

La lettera scritta da Epstein venne inviata al 'Beatle segreto' Joe Flannery, che è stato il responsabile del booking dei Beatles tra il 1962 e il 1963, è stata messa in vendita dalla famiglia di quest'ultimo che è mancato lo scorso anno all'età di 87 anni.

Il messaggio venne scritto e inviato da Epstein a Flannery in data 8 settembre 1962, tre settimane dopo avere licenziato Best: "Ho letto sul Mersey Beat (un giornale musicale di Liverpool) che Pete Best è entrato a far parte dei THE ALL STARS, ho pensato di farti sapere che oggi gli ho inviato un certificato di liberazione dai suoi obblighi contrattuali nei miei confronti. Vorrei aggiungere, per inciso, i nostri sinceri auguri per il successo di Pete e del gruppo".

La lettera, che sarà messa all'asta dalla Omega Auctions il 27 ottobre, è stata conservata dalla famiglia di Flannery per tutto questo tempo. Viene stimato che possa raggiungere un valore di vendita tra le 650 e le 1.000 sterline (al cambio tra 700 e 1.100 euro).

Dall'archivio di Rockol - Giles Martin racconta "Sgt. Peppers Lonely Heart Club Band"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.