Tosca dopo Sanremo: 'Ha vinto Diodato, artista di nicchia'

La cantante sottolinea: "Il linguaggio sanremese è cambiato".

"Il linguaggio sanremese è cambiato. Ha vinto Diodato, un artista meraviglioso, di nicchia": così Tosca commenta la vittoria del cantautore pugliese - ma romano d'adozione - al Festival di Sanremo 2020. La cantante, vincitrice della manifestazione nel 1996 con "Vorrei incontrarti fra cent'anni" (in coppia con Ron), quest'anno è tornata in gara al Festival per la quinta volta in carriera e intervistata da Giovanni Floris a "Dimartedì", su La7, ha voluto dire la sua sulla vittoria di Diodato e della sua "Fai rumore", che ha avuto la meglio su agguerriti concorrenti come Francesco Gabbani e la sua "Viceversa", Le Vibrazioni, Piero Pelù e artisti di nuova generazione come Elodie, Achille Lauro, i Pinguini Tattici Nucleari, Anastasio, Junior Cally e Riki:

"[Diodato] lo conosco molto bene, è uno che ha fatto tantissima fatica per affermare la sua musica. Ha fatto le sue scelte e ha trionfato".

Tosca, che sul palco dell'Ariston ha presentato la ballata "Ho amato tutto" (sesta classificata nella graduatoria finale), cantando nella serata delle cover "Piazza Grande" di Lucio Dalla insieme alla cantante spagnola Silvia Peréz Cruz, trionfando nelle votazioni dell'orchestra, ha poi speso qualche parola sul Festival più in generale:

"Sul palco c'era anche Rancore. Un rapper, ma con una delicatezza e un'immediatezza nel raccontare la sua storia mai volgare. C'ero io che in qualche maniera vengo dalla world music, dalla musica popolare. Quando mi hanno chiamato ho detto: 'Forse si sono sbagliati'. Facevo tutt'altro. Eppure questo è quello che la gente ha in qualche maniera amato. Ha amato questo cambio di immediatezza, di intimità, di semplicità. Parlare direttamente alla gente e non stare in gara. È quello che è successo a Sanremo quest'anno".

In concomitanza con la sua partecipazione al Festival Tosca ha pubblicato una nuova versione del suo ultimo progetto discografico "Morabeza", contenente proprio la canzone sanremese: il disco è frutto degli incontri artistici fatti dalla cantante negli ultimi anni in giro per il mondo. Tra gli ospiti ci sono i cantautori brasiliani Lenine, Arnaldo Antunes e Ivan Lins, la cantante jazz francese Cyrille Aimée e la musicista portoghese Luisa Sobral (sorella di Salvador, vincitore dell'Eurovision Song Contest nel 2017 con "Amar pelos dois"): qui la nostra recensione.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.