Umberto Bindi, la vita difficile di un grande autore - VIDEO (1 / 11)

Umberto Bindi nato a Bogliasco il 12 maggio del 1932, si diploma in pianoforte al Conservatorio e scrive la sua prima canzone ("T'ho perduto") nel 1950. Del 1959 è il suo primo grande successo, "Arrivederci", interpretata anche da Marino Barreto Jr. e dal trombettista jazz Chet Baker. Debutta su album nel 1960 con "Umberto Bindi e le sue canzoni", ma il suo capolavoro, "Il nostro concerto", è incluso nell'album del 1961, intitolato col suo nome. In quell'anno partecipa al Festival di Sanremo con "Non mi dire chi sei". "Il mio mondo", del 1964, diventa un successo internazionale nella versione in inglese di Cilla Black. Ma è già iniziato, purtroppo, il lungo periodo buio della sua carriera, segnato dall'ostracismo causato da un'omosessualità non esibita ma nemmeno nascosta. Come autore firma - con Nisa e Franco Califano - l'ormai classica "La musica è finita", ma come interprete è relegato in un anonimato quasi totale, interrotto solo dalla partecipazione al Festival di Sanremo del 1966, con "Letti", presentata insieme ai New Trolls. Scompare, povero e malato, il 23 maggio del 2002.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.