Frank Sinatra, cento anni di Ol' Blue Eyes: la voce che stregò i gangster

Frank Sinatra, cento anni di Ol' Blue Eyes: la voce che stregò i gangster

Al di là dell'immagine pubblica, della leggenda creata attorno al suo personaggio, Ol' Blue Eyes qualche contatto coi "bravi ragazzi" l'ebbe veramente, con tanto di documentazione fotografica, testimonianze oculari e persino un faldone da oltre 2400 pagine - parzialmente consultabile a questo indirizzo - che il leggendario primo direttore dell'FBI J. Edgar Hoover aprì sul suo conto proprio a causa delle sue amicizie pericolose.

Già, la mafia. Frank Sinatra ci entra in contatto fin da bambino. Uno dei suoi zii materni, Babe Gavarante, è affiliato a una gang riconducibile al boss Willie Moretti, pezzo grosso della famiglia Genovese e cugino nientemeno che di Frank Costello. Babe fu condannato nel '21 per omicidio e rapina a mano armata, ma questo è solo l'inizio. Nancy Barbato, la prima moglie di The Voice, e figlia di uno degli scagnozzi più fidati di Moretti, per il matrimonio di una delle figlie del quale l'artista, nel 1948, si esibì pubblicamente.

E' nel '46 che il cantante entra nel giro che conta: tramite il boss di Chicago Charles Fischetti Sinatra entra in contatto con Lucky Luciano, padre putativo della malavita organizzata nativo di Lercara Friddi, paese nel palermitano che diede i natali anche a suo padre Marty. Quando il boss viene estradato in Italia, Ol' Blue Eyes gli fa sentire tutta la sua vicinanza con visite e omaggi fattigli recapitare direttamente dietro le sbarre.

A mettere in cattiva luce Sinatra presso l'opinione pubblica, però, è l'amicizia con Paul "Skinny" D'Amato, quel Mr Atlantic City che ha in mano il secondo polo dell'azzardo e della vita nottura a stelle e strisce, dopo Las Vegas: le pubbliche apparizioni dei due vengono ampiamente documentate dai media, e - agli occhi di una certa stampa - diventano la pistola fumante che collegano la voce di "My way" a Cosa Nostra.

Non che Sinatra, dal canto suo, si fosse mai preoccupato della contiguità a certi ambienti. Prendiamo Sam Giancana, per esempio: pezzo grosso della mafia di Chicago, fu uno dei malavitosi contattati dalla CIA per tentare di assassinare Fidel Castro dopo la caduta di Batista a L'Avana. L'amicizia tra lui e The Voice era stretta, parecchio stretta, tanto che quando il comico Jackie Mason si permise di fare qualche battute, durante un suo spettacolo, sull'"amico Frank", due suoi scagnozzi si materializzarono fuori dalla sua camera d'albergo per consigliarli che non sarebbe stato troppo sicuro farlo di nuovo. Lui la prese alla leggera e non tolse le boutade dal repertorio: gli uomini di Giancana prima spararono all'indirizzo del suo alloggio, poi lo minacciarono di morte, e alla fine passarono alle maniere forti, riservandogli un trattamento speciale che lo lasciò a terra, sanguinante, con il setto nasale rotto. Fu allora che Hoover decise di vederci chiaro, iniziando a sguinzagliare i federali alle sue calcagna.

Alla fine, tuttavia, la fedina penale di Frank Sinatra rimase immacolata come la neve. Mario Puzo, nel suo "Padrino", di fatto lo ritrae in Johnny Fontane, uno dei figli di Don Vito Corleone che sceglie la carriera di cantante e attore e che viene "raccomandato" dalla famiglia a un produttore che non vuole assegnargli la parte con la proverbiale testa di cavallo nel letto. Succede che un giorno Sinatra incontra per caso Puzo: Ol' Blue Eyes - dice chi ha assistito al confronto - impreca e lo sotterra di male parole. Perché? Perché - dicono i bene informati - Puzo, nel libro, in una scena fa piangere Fontane. Cosa che The Voice non avrebbe mai fatto...

 

 

Leggi anche:

 

FRANK SINATRA, CENTESTIMO ANNIVERSARIO: LA BIOGRAFIA DI THE VOICE

 

 

FRANK SINATRA, CENTO ANNI: IL MITO DELL''ITALIANO' CHE CONQUISTÒ GLI STATES

 

 

FRANK SINATRA, CENTESIMO COMPLEANNO: TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE SUL RAT PACK

 

 

FRANK SINATRA, CENTO ANNI FA NASCEVA IL MITO: LA STORIA DI 'MY WAY', IL SUO CAPOLAVORO - VIDEO

 

 

FRANK SINATRA, LA LEGGENDA HA UN SECOLO: 'STRANGERS IN THE NIGHT', QUANDO IL MITO DIVENTA CANZONE - VIDEO

 

 

FRANK SINATRA, CENTO ANNI DI MITO: COSA C'È DA SAPERE SU 'MOON RIVER' - VIDEO

 

 

FRANK SINATRA, CENTESIMO ANNIVERSARIO: LE CANZONI DA NON PERDERE / ASCOLTA

 

 

FRANK SINATRA, UN SECOLO DI THE VOICE: I DUETTI CON BONO, BENNETT, ELVIS, STREISANT E GLI ALTRI GRANDI / ASCOLTA

 

 

FRANK SINATRA, I CENTO ANNI DI OL' BLUE EYES: COSA C'È DA SAPERE SULLA SUA CARRIERA DA ATTORE - VIDEO

 

 

FRANK SINATRA, IL CENTESIMO ANNIVERSARIO DI THE VOICE: TUTTE LE MOGLI DI OL' BLUE EYES - FOTO

 

 

FRANK SINATRA, CENTO ANNI FA NASCEVA IL MITO: DA ROBBIE WILLIAMS A MICHAEL BUBLÉ, TUTTI GLI EPIGONI

 

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.