NEWS   |   Italia / 19/02/2014

Sanremo 2014: somiglianze tra 'Invisibili' di De André e James Taylor

Sanremo 2014: somiglianze tra 'Invisibili' di De André e James Taylor

E' uno dei grandi classici di tutte le edizioni del festival: la somiglianza - più o meno spiccata - tra un brano in gara e uno pubblicato tempo prima. A finire nel mirino degli osservatori, quest'anno, è stato "Invisibili" di Cristiano De André, uno dei brani più apprezzati dalla stampa - ma non dal pubblico, che gli ha preferito “Il cielo è vuoto”: globalist.it è andato a frugare negli archivi ripescando - e accostando in un montaggio audio sequenziale, ascoltabile a questo indirizzo - "Only a dream in Rio" di James Taylor, brano originariamente pubblicato dal cantautore di Boston - all'epoca folgorato sulla via del sudamerica dalla musica brasiliana - nell'album "That's why I'm here" del 1985. Effettivamente la velocità, la tonalità e la linea melodica tenuta dalla voce (quest'ultima pur con qualche lieve differenza, e dove presente, nel brano di De André) sembrano piuttosto simili.







La storia del festival, come si ricordava, è piena di supposte "ispirazioni non dichiarate", spesso chiamate più o meno indebitamente plagi: tra le moltissime, fecero discutere "Mezze verità" dei Sottotono, accostata a “Bye bye bye” degli 'N Sync, così come "Fiumi di parole" dei Jalisse (riferibile secondo alcuni a "Listen to your heart" dei Roxette), "Tracce di te" di Francesco Renga (avvicinata a "Due grosse lacrime bianche" di Iva Zanicchi) e “Con il tuo nome” di Spagna, la cui base musicale, secondo alcuni, sarebbe stata mutuata dal tema del film con Mel Gibson "Braveheart".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi