Comunicato Stampa: Jimmy Cliff in concerto alla Festa di Liberazione (Milano)

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


Jimmy Cliff
in concerto

Domenica 13 luglio
presso il MazdaPalace
Apertura ore 21, inizio ore 22 - Ingresso 20 euro

Jimmy Cliff - L’ambasciatore del Reggae (il primo musicista giamaicano a far conoscere in una certa misura il suo nome fuori dalla sua terra), l’ultima icona vivente di questa musica.
Nato in un sobborgo di campagna nel ‘48, Jimmy - vero nome James Chambers - fa parte di quella generazione, che subito dopo l'indipendenza della Giamaica, andò a vivere nei ghetti alla periferia di Kingston attratta dalle promesse di lavoro e di benessere economico. In realtà quello che l'aspettava era la vita in baraccopoli, lavoretti saltuari e lo spaccio di ganja. La forte personalità di Jimmy Cliff, comunque, lo portò ad uscire dalla vita senza speranza del ghetto.

Giovanissimo, Jimmy dapprima registra alcuni brani usati dai sound systems come esclusivi, poi si lega al produttore Leslie Kong per il quale registra i suoi grandi successi dell'era ska, 'Hurricane Hattie', 'Dearest Beverley', 'King Of Kings' e 'Miss Jamaica'.

Durante questo periodo, Jimmy conosce Bob Marley e sarà proprio lui a presentarlo a Leslie Kong, per il quale Bob registrerà i suoi primi due singoli nel 1973. Il giovane cantante ha una voce bellissima ed un grande talento: Jimmy ha appreso appieno la lezione dei grandi cantanti soul americani ed il suo stile caldo ed al contempo sofisticato lo porta all'attenzione di Chris Blackwell che lo vuole come parte della sua Island label. Nonostante il successo immediato in Inghilterra e Brasile, oltre che ovviamente in patria, l'occasione di Jimmy Cliff deve ancora arrivare: nel 1971 il regista Perry Henzel lo contatta per proporgli la colonna sonora di un film da ambientarsi in Giamaica. In realtà, oltre alla colonna sonora Jimmy sara' il protagonista di 'The harder they come', un capolavoro che porta alla ribalta di tutto il mondo la Giamaica e la sua musica. Le sue canzoni contenute nella colonna sonora come 'Many river to cross', 'You can't get it if you really want' e 'The harder they come' sono le prime hit internazionali per il reggae e tra le sue canzoni più famose di sempre. E’ il periodo piu' intenso della sua carriera con album classici come 'The harder they come', 'Jimmy Cliff' o 'Unlimited'.


Conosciuto per il suo ‘easy, pop-friendly reggae style’, con testi densi di impegno socio-politico, Cliff ha messo a segno una lunga serie di hit, in una discografia che comprende oltre 20 album e tante collaborazioni illustri.
Oggi Jimmy è ancora in tour in tutto il mondo: "Voglio stimolare e motivare la gente ad apprezzare la vita. E’ la mia missione!".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.