Sud Africa, addio a Nelson Mandela: il Premio Nobel celebrato dal rock

Si è spento oggi, all'età di 95 anni Nelson Rolihlahla Mandela. La scomparsa dell'ex Presidente Sudafricano (eletto nelle prime elezioni multirazziali del 1994 e in carica fino al 1999), figura determinante nell'attivismo antisegregazionista del suo Paese e che giocò un ruolo decisivo nella caduta dell'apartheid, è stata annunciata dall'attuale presidente del paese, Jacob Zuma, con un messaggio televisivo alla nazione. Il decesso, riferiscono le agenzie, è avvenuto nella casa nei pressi di Johannesburg dove Madiba era tornato dopo il suo ultimo ricovero in ospedale, avvenuto lo scorso 8 giugno

Insignito del Premio Nobel per la Pace nel 1993 (insieme al suo predecessore Frederik Willem de Klerk per "il loro lavoro per la risoluzione pacifica del regime di apartheid, e per aver gettato le basi per un nuovo Sudafrica democratico"), Mandela è stato più volte al centro di manifestazioni culturali di portata internazionale, nonché omaggiato, celebrato e sostenuto dal mondo della musica.


A partire dagli anni della prigionia (1962-1990) - quando, per esempio, nell'84 Jerry Dammers compose con i suoi Specials il brano "Free Nelson Mandela" dopo aver assistito a un concerto anti-apartheid a Londra e aver compreso "l'impatto che una canzone può avere", come riferì a Radio Times - fino alla sua liberazione dopo 27 anni di galera, la lotta contro l'apartheid e per la liberazione di Mandela, diede vita a numerosi progetti artistici politicamente significativi in tutto il mondo: uno fra tutti, "Sun City", l'album del 1985 realizzato dal supergruppo Artists United Against Apartheid, del quale fecero parte - tra gli altri - Ringo Starr, Peter Gabriel, Bono, Keith Richards e Ron Wood.
Dal disco ecco la versione di Bono, insieme alle due chitarre dei Rolling Stones, del brano "Silver and gold":



Nel 1988 Eddy Grant pubblicò il celebre brano anti-apartheid "Gimme hope Jo'anna", dove "Jo'anna" è un diminutivo per Johannesburg, rinomata per il suo ruolo di punta nella resistenza al regime segregazionista. Il brano venne inizialmente censurato dal Governo Sudafricano, ma diventò celebre in tutto il mondo.



L' anno successivo i Simple Minds pubblicarono il brano "Mandela day" (lato A dell'EP "Ballad of the streets") scritto per il Nelson Mandela 70° Birthday Tribute, o Mandela Day appunto, il concerto che si svolse a Wembley l'11 giugno 1988.



Nel 2000 Mandela diede il via alla campagna mondiale "46664" (466 era il numero della cella di Robben Island dove era stato rinchiuso per 18 anni, mentre 64 corrisponde all'anno in cui è stato trasferito nella prigione sull'isola) per la lotta contro l'AIDS. Alla campagna globale di allerta hanno aderito artisti del calibro di Peter Gabriel, Dave Stewart, Brian May, Roger Tylor, Bono, Zucchero, Bob Geldof, Robert Plant e moltissimi altri. Il primo "46664 Concert" si svolse al Green Point Stadium di Cape Town, il 29 novembre 2003.

Ecco la performance di Rober Plant



quella di Zucchero e Brian May



e quella di Roger Tylor, Brian May e Paul Rodgers



Il 27 giugno 2008 ad Hyde Park a Londra si svolse il concerto per celebrare i 90 anni di Nelson Mandela. Inserito nella serie di concerti per la campagna "46664", l'evento benefico durò circa tre ore e mezza di fronte a quasi 47.000 persone. Il gran finale dello spettacolo fu affidato a
Amy Winehouse che, per l'occasione, eseguì "Free Nelson Mandela"



 
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.