Wind Music Award 2013, il resoconto della serata

Wind Music Award 2013, il resoconto della serata

Clima di festa ieri sera al "Centrale Live" del Foro Italico di Roma, dove si è tenuta la settima edizione dei Wind Music Awards (la manifestazione che, ogni anno, premia la migliore musica italiana). Trasmesso per la prima volta in diretta televisiva, l'evento condotto da Carlo Conti e Vanessa Incontrada ha visto alternarsi sul palco alcuni grandi nomi della musica nazionale e tre ospiti internazionali d'eccezione (come i Bastille, Jamie Cullum e Olly Murs).

Ad aprire la lunga serata è stato Claudio Baglioni, che si è esibito con i singoli "Con voi" e "Dieci dita" (da oggi in radio e su iTunes). Al termine dell'esibizione il cantautore romano è stato raggiunto da Luciano Ligabue e dagli altri artisti che hanno preso parte al progetto Italia Loves Emilia, tutti premiati per il disco pubblicato lo scorso novembre. "Siamo una goccia in mezzo al mare -ha dichiarato Fiorella Mannoia- ma era fondamentale, per noi, contribuire alla rinascita dell'Emilia".

Lo spettacolo comincia ufficialmente alle 21.16, quando Renato Zero, reduce dal successo delle date romane del suo "Amo tour", sale sul palco accompagnato dal consueto corpo di ballo intonando una versione dance di "Chiedi di me". L'eclettico artista romano, che il pubblico ha salutato con una calorosa standing ovation, è stato solo uno dei big della musica italiana che ieri sera hanno calcato il palco del Centrale Live; tra tutti si segnalano le esibizioni live di Eros Ramazzotti (in formissima durante le prove, ha ritirato ben due Awards per il singolo "Un angelo disteso al sole" e per l'album "Noi"), dei Negramaro (si sono esibiti con "Una storia semplice", accompagnati alla console da Big Fish, per poi ritirare il riconoscimento per l'album omonimo) e di Max Gazzè (un Wind Music Award per il singolo sanremese "Sotto casa"). Hanno invece preferito il playback Gianna Nannini (a cui è stato consegnato il riconoscimento per l'album "Inno") e Biagio Antonacci (reduce dal successo della data a New York, ha ritirato una statuetta per "Sapessi dire no"). Spazio anche per la grande tradizione cantautorale italiana: l'irriducibile Francesco De Gregori (nella foto) si è esibito, affiancato da un entusiasta sezione fiati e dalla brava Elena Cirillo (cori e violino), con "La ragazza del '95" (ha ritirato il premio per l'album "Sulla strada"), mentre Antonello Venditti si è accompagnato al pianoforte in "Notte prima degli esami" (dopo aver ottenuto il Wind Music Award per l'antologia "Tutto Venditti", ha promesso: "Il prossimo sarà un disco di inediti"). Momento di grande commozione, invece, la consegna a Loredana Bertè di un premio alla carriera.

Non solo big si sono alternati sul palco del Centrale Live: il pubblico ha salutato con entusiasmo le esibizioni (tutte dal vivo) dei Modà (la band di Francesco "Kekko" Silvestre è salita sul palco con il nuovo singolo "Gioia" e, reduce dal successo della prima parte del nuovo tour, ha ritirato il premio per l'album "Gioia", pubblicato lo scorso febbraio in concomitanza con la partecipazione a Sanremo), di una elettrizzante Emma Marrone (con gran coinvolgimento dei settemila presenti ha cantato il singolo "Amami", primo estratto dal fortunato album "Schiena") e del visibilmente commosso Marco Mengoni (gli sono stati consegnati ben due Wind Music Awards per il singolo "L'essenziale" e per il nuovo progetto discografico) che ha dato sfoggio del suo oggettivo talento esibendosi con il nuovo singolo "Pronto a correre".

Presenti anche alcuni esponenti della scena rap, dai Club Dogo (sul palco con i singoli "Chissenefrega" e "PES", in duetto con Giuliano Palma, per ritirare i due riconoscimenti al disco "Noi siamo il Club" e al tormentone della scorsa estate "PES"), Fedez (ha cantato il nuovo singolo "Alfonso Signorini eroe nazionale" e ha portato a casa una statuetta per l'album rivelazione "Sig. Brainwash") e la femcee Baby K (è salita sul palco non per ricevere premi, ma per consegnare al suo mentore Tiziano Ferro il Wind Music Award per il sei volte disco di platino "L'amore è una cosa semplice"), che si è esibita con "Non cambierò mai".

Apprezzabile la classe di Malika Ayane (si presenta con un nuovo taglio di capelli, canta il nuovo singolo "Cos'hai messo nel caffè?" e ritira il riconoscimento al disco d'oro "Ricreazione"), del crooner Mario Biondi (in partenza con un nuovo tour europeo) e di Chiara Galiazzo, che si è esibita con Fiorella Mannoia in "Mille passi ("Ho deciso di tradurre questa milonga per Chiara perché credo fortemente nel suo talento. Ha una voce capace di adattarsi a tutto, e la invidio per questo", ha dichiarato la cantautrice romana).

In chiusura, il vincitore del contest "Wind Music Awards Next Generation" Renzo Rubino si è esibito con il divertente singolo "Pop", ritirando dalle mani di un fan estratto tra i votanti sul web il suo premio. (mm)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.