Matt Cameron, la smentita: 'No a un tour congiunto Pearl Jam - Soundgarden'

Matt Cameron, la smentita: 'No a un tour congiunto Pearl Jam - Soundgarden'
Credits: Danny Clinch

Doccia fredda, anzi gelata, per quanti avevano sperato che l'ipotesi "australiana" di un tour congiunto tra Pearl Jam e Soundgarden potesse davvero prendere corpo: le due band, che condividono il batterista Matt Cameron, non incroceranno le proprie strade per una serie di date dal vivo. A dare la smentita è stato il diretto interessaro, lo stesso Cameron, che ha specificato come una soluzione del genere non possa essere presa in considerazione perché troppo impegnativa, anche fisicamente parlando.

"Per dire, dopo due ore passate a suonare coi Soundgarden, la mia serata è finita", ha dichiarato il musicista all'emittente radiofonica WAAF: "Quando avevo vent'anni suonavo in un mucchio di gruppi diversi. E' uno dei tanti aspetti del mestiere di batterista, certe volte sei costretto a fare dei giochi di prestigio. E sono contento di averli fatti. Quando i Pearl Jam hanno fatto il concerto per PJ20, Chris Cornell è salito sul palco e insieme abbiamo suonato qualcosa dei Temple of the Dog (supergruppo fondato nel 1990 che vedeva militare nelle proprie fila tanto elementi dei Pearl Jam quanto elementi dei Soundgarden, ndr), ed è stato fantastico, quindi, sì, direi che qualcosa di estemporaneo sicuramente potrà essere organizzato. Ma un tour congiunto proprio no: non ho più 25 anni".


Contenuto non disponibile


Cameron ha poi risposto - in modo molto garbato e ironico - alle critiche mosse ai Soundgarden dal frontman degli Smashing Pumpkins Billy Corgan, che accusò la band capitanata da Cornell di essersi riunita solo per ragioni economiche: "Ho seguito un paio di interviste che ha rilasciato, e dove parlava del panorama musicale contemporaneo, e il più delle volte mi sono trovato molto d'accordo con lui: Billy è una persona intelligentissima", ha dichiarato Cameron, che ha poi spiegato come alle origini dello scontro potrebbe esserci della ruggine personale tra Corgan e Cornell, "Personalmente non criticherei mai un musicista che decida di fare concerti: dopotutto, esibirci è la ragione per la quale facciamo il lavoro che ci siamo scelti. Mi sembra già incredibile che i Pearl Jam e i Soundgarden abbiano un pubblico davanti al quale suonare...".

Dall'archivio di Rockol - La storia dei Pearl Jam: quella cassetta da San Diego
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.