Sanremo, arriva il ciclone Fiorello

All'appuntamento con la tradizionale conferenza dell'organizzazione, prevista in sala stampa ogni giorno alle 12.00, irrompe Fiorello ed è subito caos. Caos dei fotografi che quasi fanno a botte per rubare uno scatto dello showman, caos dello showman, che non perde l'occasione per fare un po' di casino, ballare e sparare una fila interminabile di battute, gag, imitazioni e proclami.
La conferenza stampa si risolve così in un gioco delle parti, una pantomima provata in cui Fiorello fa il “disturbatore” e Baudo fa il papà buono che cerca di riportarlo all'ordine.
“La prima serata è la serata di Fiorello, anche se non c'è ancora un accordo completo su quello che si va a fare”, proclama subito Superpippo. “Io vorrei fare una cosa, ma non so se me la fanno fare, se ci sarà ve ne accorgerete…”, interviene Fiorello. “Non vi posso dire che cos'è, se no è finita…”.
Poco spazio per la musica, nel botta e risposta tra Baudo e lo showman. “Ci sarà anche un intervento musicale”, spiega Fiorello. “L'anno scorso ho duettato con la Carrà. Se canterò con Baudo? In realtà l'abbiamo già fatto in passato. Se canto, canto da solo. Al limite duetterò con Kylie Minogue. La canzone la so: la la la la... Poi cambia: la la la la...”, scherza, riferendosi alla prima superospite straniera della serata (l'altra è la Morissette).
“La mia missione è di spippizzare Pippo, di sbaudizzarlo”, continua Fiorello, che ha ammesso di considerare Sanremo una buona rampa di lancio per il suo prossimo show televisivo del sabato sera, la cui partenza è prevista per il 6 aprile. E una buona occasione per incassare un po' di soldi. 180 milioni di lire, come ha scritto oggi qualcuno: “Devolverò il mio cachét a Giorgino…”. Poi, improvvisamente serio: “sono felice che abbiano scritto quello che prendo. Dovrebbero pubblicare anche la mia busta paga di vent'anni fa, quando facevo l'animatore: è la dimostrazione del fatto che si può passare da 200.000 lire a una cifra pazzesca, se uno c'ha la testa dura”.
Per la musica, ancora qualche scarna battuta in coda. Fiorello afferma di avere ascoltato poco e nulla delle canzoni dei big tra le quali sarà inserito questa sera (il suo passaggio è previsto per le 22.30 circa). “Ieri alle prove ho sentito solo tre pezzi: Silvestri, Alexia e Mino Reitano. Mi sono piaciuti tutti e tre, ma Alexia è quella che mi ha impressionato di più. Ma anche Reitano... Se sono tutte su questi livelli, c'è da aspettarsi un bel festival”.
Baudo, invece risponde duramente alla lanciata dai discografici ieri, che hanno dichiarato: se non si vendono dischi, Sanremo va chiuso. “Troppo semplice addebitare ad una sola manifestazione tutti i problemi di un intero comparto industriale”, ha controbattuto. “I problemi sono altri, il costo dei CD, il fatto che in un disco c'è una sola canzone che vale, la tecnologia che al posto di essere amica è spesso nemica.”
Quanto alla durata prevista della serata, che inizierà alle 20.50 e terminerà quasi all'una, Baudo spiega: “E' vero, ci sono 4 canzoni in più rispetto all'anno scorso, ma lo spettacolo è proporzionalmente molto più lungo. Il Festival ha bisogno di un andamento eccezionale, quello dell'anno scorso era forse era troppo breve. Per questo ci siamo tenuti un po' larghi con i tempi… Bisogna dare alla gente un'abbuffata…”. Preparate lo stomaco, sarà una cena pesante.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.