Giorgio Canali: 'Fare dischi è uno sforzo, quello che conta è suonare'

Giorgio Canali: 'Fare dischi è uno sforzo, quello che conta è suonare'

E' uscito a fine agosto il nuovo album di Giorgio Canali e Rossofuoco dal titolo "Rojo" ("rosso", in spagnolo), e Rockol ha raggiunto al telefono Canali per farsi raccontare come ha preso vita il disco: "Quello precedente parlava esclusivamente di me. Era la risposta a molte voci che giravano in Internet, sui vari forum. Dicevano che ero un populista, che facevo della demagogia. Ho rifiutato queste idee e di conseguenza è uscito 'Nostra signora della dinamite'. Dopo un album simile, in cui raccontavo le mie piccole rivoluzioni personali di pancia e di cuore, mi sono detto che queste persone dovevano andarsene a 'fanculo, e ho iniziato a pensare di fare quello che volevo, senza dover tener conto di nessuno, così come mi veniva".
"Non penso molto a come possa percepire il pubblico i miei brani", aggiunge Canali, "Forse sono presuntuoso, mi ritengo molto intelligente, ma se fossi veramente intelligente questo tipo di ricerca, il pensare a quale impatto potrebbero avere le mie canzoni, la userei per essere più popolare di quello che sono ora. La vera soddisfazione di quando stai sul palco è quando incroci il primo sguardo di uno tra la folla e vedi nei suoi occhi che ha capito quello che stai cantando".
Dopo aver pubblicato "Nostra signora della dinamite", l'ex componente dei CCCP, C.S.I. e PGR ha dichiarato che l'unica cosa che gli veniva in mente da dire erano bestemmie e che aveva avuto "una dose da panico da pagina bianca": "Be', le bestemmie venivano a me come a molte persone che avevo intorno, bastava guardare il telegiornale o leggere i quotidiani, non mi sento molto speciale per questo, anzi, mi sento confuso insieme ad una massa blasfema di persone che la pensano come me. Il blocco comunque l'ho superato", racconta, "ma mi capita con ogni disco di avere la sensazione di aver già detto tutto come meglio potevo e di non trovare né il modo né cose nuove da dire. Un vuoto di espressività per il quale non sai più cosa raccontare, e invece in primavera è capitata una magia, ho riascoltato alcuni canti rivoluzionari francesi e anche canti popolari di rivolta in spagnolo delle rivoluzioni del Centro America, e presi questi come piccoli riferimenti sono cominciate a venire fuori tutte le maniere per proclamare il ritorno di una certa giustizia".
Come compone i brani Canali insieme alla band"?: "Con i Rossofuoco facciamo tutto molto velocemente. Andiamo in studio senza la minima idea di dove andare a parare, sono io a volte che evoco delle situazioni, suggerisco degli imput, improvvisiamo e alla fine del gioco abbiamo sempre delle strutture di canzoni ipotetiche. Da quel momento in poi sono affari miei, tocca a me giustificare le canzoni che non hanno né melodia né testo. Nel maggio 2010 era tutto registrato dal punto di vista musicale… ho impiegato un anno a scrivere i testi".
"Uno dei brani a cui sono particolarmente legato è 'La solita tempesta', cantata con Angela Baraldi - cantante con cinque album alle spalle e attrice, protagonista di "Quo vadis, baby?" di Gabriele Salvatore nel 2005, ndr -, mi piace molto come ballata anche perché è stata arrangiata e composta in maniera diversa rispetto agli altri brani, e si percepisce anche ascoltando tutto il disco. Avevo queste parole che citavano un po' i Joy Division e mi sembrava divertente condividerle con lei. Ho registrato la base musicale con gli altri del gruppo partendo da un giro di accordi e si sente la differenza. Un'altra canzone che mi piace molto è 'Orfani dei cieli'. Inizialmente non mi convinceva molto, ma Stewie DalCol mi ha convinto che poteva funzionare".
Canali è attualmente in tour per presentare i brani del nuovo album: "Suonare dal vivo è il solo e unico motivo per cui registro un disco. Fare album mi fa schifo, è uno sforzo immane e nemmeno ripagato dal punto di vista economico e della risposta: la sola cosa che importa è guardare la luce negli occhi del pubblico che mi sta davanti".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.