Plati…Notte, terzo appuntamento: Giamburrasca e le zoccolette teen

Plati…Notte, terzo appuntamento: Giamburrasca e le zoccolette teen
Immersi in piacevole conversazione con la Gracida (ormai nota e stranota al pubblico come Platinette), che, non paga di sconvolgere il sonno degli italiani con le sue incursioni televisive e radiofoniche, ha deciso pure di sconvolgerne le orecchie con un album di cover, veniamo interrotti da un povero cameriere che, entrato nella stanza per ritirare delle tazzine, ritrae la testa oltre il confine della porta visibilmente scosso alla vista dell’enormità (in ogni senso) del personaggio che ha di fronte…

Eravamo rimasti alle bionde finte e a “Tripoli ‘69”/”Irresistibilmente”, un medley un po’ improbabile.
I medley, in genere, si fanno quando c’è una corrispondenza di amorosi Sensi; allora io ho pensato che era carino mettere insieme due dissidenti della canzone, come Patty Pravo e Sylvie Vartan. Ho voluto far sposare due mondi lontanissimi, come lo sono in fondo l’Italia e la Francia, senza nessuna ragione musicale plausibile, semplicemente attraverso queste due interpreti dello ye-ye, accomunate dalla stessa mutevolezza, dall’essere due vere camaleontesse. Entrambe sono state bionde tinte, false, e mi piaceva molto l’idea del loro falso. Entrambe sono state teenager per forza che poi, improvvisamente, sono passate da un aspetto adolescenziale a un look da sovrane. Basta pensare al barocco della Pravo di quegli anni: spaventoso, con quegli orpelli in testa, i capelli tirati. L’altra uguale. Sono state babbione da prima della Scala o teenager zoccole senza precedenti.

La Strambelli è omaggiata anche con “Tutt’al più”…
Che ho cercato di rifare senza esagerare. E’ una gran bella canzone, non volevo devastarla…

Abbiamo parlato di una coppia di bionde, ma in apertura c’è una rossa. Cosa c’entra con te la Pavone?
La Pavone Rita è un esempio di femminilità così incerto che un po’ corrisponde al mio. Come me è un po’ orrenda, era orrenda allora ed è orrenda oggi: non è mai riuscita a essere qualcosa di più che periferia di Torino. Ma c’è un che di meraviglioso nel suo essere orrendamente analoga a se stessa. Di lei mi piace proprio questa sua aria da condannata a essere perennemente uguale, dall’inizio alla fine della sua carriera, un po’ come Topo Gigio. Anche se, lo confesso, ho trovato meravigliosa e davvero corroborante la sua versione cantautrice degli anni più recenti, quando ha voluto scrollarsi di dosso Pel di Carota, ed è diventata bionda e non ne ha più azzeccata una. Tornando al disco, mi piaceva molto “Stasera con te” perché trovavo interessante, applicata a me, l’idea di una teenager che esce con un ragazzo per la prima volta. Perché la base filosofica, se mai c’è, di questa raccolta, è che io canto delle canzoni di donna con la voce da uomo (perché purtroppo o per fortuna è quella che mi ritrovo) per far venire fuori la femminilità che c’è in ogni maschio. Perché ogni maschio ha una parte un po’ più vulnerabile, che più o meno abilmente nasconde, ma che comunque esiste.

Parlando di uomini e della Pavone, chi vorresti fosse il tuo Teddy Reno?
Questa è dura. Diciamo che quello che vorrei è già occupato. Comunque…non lo vorrei così babbione, se fosse possibile. Uno che mi piacerebbe molto è Giorgio Fossa, il presidente della Confindustria. E’ un uomo a cui tirare la cravatta, un uomo da buttare per terra, da strapazzare come uno zerbino.

Dopo Afef con Tronchetti Provera, la Parietti con Jody Vender, quella dell’industriale è una mania.
Lo so, sono prevedibile. Ma avendo già passato tutti i pericoli dell’uomo qualunque, dell’uomo della strada, dell’assassino, adesso è ovvio che la perversione si spinga al nodo della cravatta, alla patta dei pantaloni rigonfia di denaro e quant’altro. Sarebbe bello vedere un uomo così potente, non dico sdraiato, ma inginocchiato ai tuoi piedi a chiedere: “Fammi felice, fammi felice”. Direi: “Tesoro, aspetta…”

C’è chi all’industriale preferisce un imprenditore un po’ più chiacchierato…
Dici la Oxa? Quella sì che è un bel quesito!

(continua domani: stessa ora, stesso posto)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.