Nel nuovo di Mary J.Blige cè la sua anima soul

Riservata e schiva (a dispetto della sua apparente esuberanza), Mary J. Blige ha incontrato la stampa per parlare di "Mary", il suo nuovo album, pubblicato in tutto il mondo a metà del mese di agosto. «La casa discografica avrebbe voluto che fosse un album doppio», ha spiegato, «ma io invece desideravo che i miei fans potessero permettersi di acquistarlo. Così posso dire che “Mary” è il lato soul della mia produzione attuale. Poi, aspettatevi “Mary volume 2”: quella è la parte hip hop, e uscirà nel marzo del 2000. Hanno collaborato con me Busta Rhymes e Jay Z».
Molti progetti in testa (tra cui un film) e una grande consapevolezza di se stessa, Mary J. Blige ama scegliere personalmente i suoi collaboratori e curare una gran parte degli aspetti riguardanti la nascita e la produzione di un disco: «So di non poter seguire proprio tutto, ma non importa. Mi piace curiosare, occuparmi anche di cose che potrei delegare. E dove non arrivo io, ci pensa la gente che lavora con me. Mi fido di loro; se non fosse così non potrei andare avanti».
A chi le chiede come è cambiata, con il successo, la sua vita, Mary J. Blige risponde, semplicemente: «Non mi dimentico di provenire da un posto molto povero. Non permetto a me stessa di far finta che il mio passato non sia mai esistito; per questo motivo non scriverei mai canzoni che parlino di automobili, o di altre cose inutili».
Interpellata, poi, a proposito del suo ruolo-guida per molti giovani americani (specialmente neri), risponde: «Non credo di avere chissà quali capacità. Mi limito a fare una cosa che credo importante: dire la verità. Io canto cose vere, cose che ai ragazzi nessuno dice. Io mi sono drogata, e allora posso raccomandarmi: “Ragazzi, voi non lo fate”. Molti dei miei fan mi hanno detto: “Tu mi hai salvato la vita, con le tue canzoni”. Ho sempre risposto che sono stati loro a salvare la vita a me, quando io stavo per morire».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.