Biografia

Henry Saint Clair Fredericks – vero nome di Taj Mahal, nome che assume dopo aver fatto un sogno - nasce ad Harlem nel 1942.
Polistrumentista, ma soprattutto chitarrista, incomincia la propria carriera musicale durante gli anni dell’università quando forma Taj Mahal & the Elektras, con cui suona all’inizio degli anni Sessanta. Dopo la laurea nel 1964 si trasferisce a Los Angeles, dando vita ai Rising Sons assieme al chitarrista Ry Cooder. L’esperienza non si rivela molto fortunata e Mahal – frustrato per la situazione – decide di dedicarsi alla carriera solista, debuttando nel 1968 con un album omonimo, a cui fa seguito NATCH’L BLUES dello stesso anno. L’anno successivo è la volta del doppio GIANT STEP, che consacra Mahal a uno dei maggiori interpreti della musica blues. Seguono HAPPY JUST TO BE LIKE I AM (1971), il live THE REAL THING (1972) e MO’ ROOTS, lavoro dalle sonorità reggae del 1974.
Dopo un cambio di casa discografica, con l’arrivo alla Warner Mahal pubblica tre dischi, tutti nel 1977. Inizia un periodo di crisi per quasi tutti gli anni Ottanta, ma finalmente nel 1987 esce TAJ, seguito nel 1988 da SHAKE SUGAREE. Nel 1991 riprende la normale attività dello scrivere gli album e di andare in tour: viene infatti realizzato LIKE NEVER BEFORE, seguito da DANCING THE BLUES (1993) e PHANTOM BLUES (1996). Nel 1997 – a fronte delle nove nomination - Mahal vince un Grammy per SENÕR BLUES, concentrandosi nel frattempo - per tutti gli anni Novanta - su una serie di progetti per piccole case discografiche.
L’ultimo lavoro in ordine di tempo è MAESTRO del 2008. (13 apr 2009)