Biografia

Il duo danese, Sune Rose Wagner (1973) e Sharin Foo (1979) si forma a Copenhagen nel 2001 e fa il suo esordio con un ep di otto pezzi intitolato WHIP IT ON pubblicato nell’estate del 2002. A giugno dello stesso anno incontrano il produttore Richard Gottehrer che fa firmare loro un contratto per il loro album di debutto, che esce nel settembre 2003: si tratta di THE CHAIN GANG OF LOVE. Un disco garage rock influenzato dal suono di band come Velvet Underground e Jesus and Mary Chains, scritto quasi completamente da Wagner in solitaria e successivamente registrato e mixato a Londra.
Le sessioni per il lavoro successivo iniziano alla fine del 2004; il risultato è PRETTY IN BLACK che esce nel 2005 e che vede la partecipazione di altri musicisti come Martin Rev dei Suicide, Ronnie Spector delle Ronettes e Moe Tucker dei Velvet Underground, tutti gruppi che bene o male hanno influenzato il duo danese fin dall’inizio. Il suono della band si mantiene su coordinate garage rock di stampo indie, un sound vintage che ricorda da vicino i Black Rebel Motorcycle Club tra i gruppi contemporanei. Il duo consolida il proprio status costruendosi una fanbase solida e ottenendo in generale ottime recensioni, in modo particolare oltremanica (NME), dove l’album è accolto molto bene. Sharin Foo nel 2006 viene eletta dalla rivista americana Blender una delle donne più sexy del panorama rock.
Due anni più tardi la band torna sul mercato con un nuovo lavoro. LUST LUST LUST esce a inizio 2008, prodotto dallo stesso Wagner (che contemporaneamente licenzia il suo esordio solista eponimo) e pubblicato con l’etichetta indipendente Vice Records dopo l’addio della band alla Sony ("Ora che non siamo più sotto contratto con una major è molto più facile riuscire a fare tutto ciò che vogliamo, come ad esempio pubblicazioni in vinile, 7 pollici, e quelle cose una volta non possibili perché per l'etichetta erano troppo complesse”). “Lust lust lust” riprende il discorso interrotto con il precedente capitolo discografico, spostando l’asse sonoro verso coordinate più noise che incupiscono il mood del duo danese attraverso feedback e distorsioni che rendono nuovamente omaggio ai Jesus And Mary Chains.
Un incupimento che registra una battuta d’arresto nel successivo e più solare IN AND OUT OF CONTROL del 2009, prodotto sempre da Wagner e da Thomas Troelsen. Un disco nuovamente ben accetto dalla critica e che consolida i Raveonettes come band di riferimento per la scena indie europea, in particolar modo per band neonate come Glasvegas, Chapel Club e The Pains of Being Pure at Heart. “In and out of control”, vira verso sonorità rock psichedeliche alla Velvet Underground, sfiorando anche lo shoegaze, il synth-pop ed il rock'n'roll. Durante le registrazioni dell'album i Raveonettes, che da alcuni tempi fanno la spola tra New York e Copenaghen, tengono i fan costantemente aggiornati tramite Twitter, chiedendo loro anche consigli su come proseguire i lavori.
Il passaggio semi definitivo della band dal garage allo shoegaze (sempre di matrice indie) si ha con RAVEN IN THE GRAVE, ultimo nato in casa Raveonettes, pubblicato nel 2011 ancora con la Vice e distribuito da Audioglobe.
Nel 2012 esce invece il nuovo disco OBSERVATORS, pubblicato a dicembre. Due anni dopo arriva, a sorpresa e senza annunci PE'AHI, pubblicato a fine luglio e influenzato dalla cultura surf californiana. (25 lug 2014)