Recensioni

Bright Eyes - DOWN IN THE WEEDS, WHERE THE WORLD ONCE WAS

Facile fare un disco cupo in un periodo come questo, direte, ma è solo una curiosa coincidenza se "Down in the Weeds, Where the World Once Was" è arrivato proprio adesso, tra pandemie, sommosse e tensioni. Il fatto è che dopo "The People's Key...
Leggi tutto

Bright Eyes - THE PEOPLE'S KEY

NPR lo incensa, la Bbc lo stronca. “The people’s key”, ottavo e forse ultimo album di Bright Eyes, polarizza le opinioni. E se (come chi scrive) tre anni fa vi eravate entusiasmati per “Cassadaga”, non è detto che questo disco sortisca lo stesso...
Leggi tutto

Bright Eyes - CASSADAGA

Come molte altre figure di culto dell’indie rock contemporaneo, Sufjan Stevens o Will Oldham tanto per fare due nomi, Conor Oberst in arte Bright Eyes è un musicista iperproduttivo, fin troppo generoso, disordinato, un po’ arruffone. Come altri...
Leggi tutto

Bright Eyes - DIGITAL ASH IN A DIGITAL URN

La storia della musica americana è piena zeppa di ragazzini talentuosi, capaci di scrivere e pubblicare a raffica, ad altissimi standard di qualità. L’ultimo della lista è Ryan Adams, terribile enfant prodige capace di stupire e disorientare...
Leggi tutto

Bright Eyes - I'M WIDE AWAKE IT'S MORNING

La storia della musica americana è piena zeppa di ragazzini talentuosi, capaci di scrivere e pubblicare a raffica, ad altissimi standard di qualità. L’ultimo della lista è Ryan Adams, terribile enfant prodige capace di stupire e disorientare...
Leggi tutto