Biografia

I Bright Eyes sono di fatto una one-man-band: dietro questa sigla si cela Conor Oberst, precoce cantautore del Nebraska (classe 1980) attivo già dalla metà degli anni ‘90. Dopo la fuoriuscita dal suo primo gruppo, i Commander Venus, Oberst fa debuttare i Bright Eyes nel 1998, guadagnandosi uno status di culto nel circuito dell’indie rock americano grazie a dischi personali e curiosi come FEVERS & MIRRORS e LIFTED….Nell’ottobre 2004 arriva anche la consacrazione presso i media e il pubblico mainstream, grazie alla partecipazione al tour di mobilitazione politica anti-Bush “Vote for Change” accanto a Bruce Springsteen e R.E.M.. Intanto Oberst e il suo gruppo mantengono un ritmo di pubblicazioni impressionante, che culmina nel 2005 con l’uscita simultanea di due album dai contenuti molto differenti, DIGITAL ASH IN A DIGITAL URN di impronta pop elettronica e I’M WIDE AWAKE, IT'’S MORNING di ispirazione folk e cantautorale. Su questa traccia si sviluppa anche CASSADAGA (il titolo è preso dal nome di una comunità esoterica realmente esistente in Florida), caratterizzato da una produzione accurata e da ricchi arrangiamenti vocali e strumentali a cui partecipano il cantautore M Ward, la coppia regina del folk revival Gillian Welch & David Rawlings e un intero ensemble orchestrale. Tre anni dopo, l’esplorazione di temi esoterici e mistico-religiosi è alla base anche di THE PEOPLE’S KEY, sullo sfondo di una musica stavolta completamente diversa: ridotti essenzialmente a un trio, i Brigh Eyes abbandonano l’alt. country e l’ “Americana” per riannodare i fili di un pop rock elettronico ricco di sintetizzatori e chitarre elettriche. Oberst, impegnato in molteplici altri progetti, annuncia che sarà l’ultimo disco della band: ma chissà se bisogna credergli. (22 feb 2011)