Biografia

Robert Turner e Peter Hayes si incontrano sui banchi di scuola a San Francisco nel 1995. Tra i due nasce subito una solida amicizia fondata soprattutto sull’amore che entrambi nutrono per la musica di alcune band dei primi anni ’90, come i Ride e gli Stone Roses, ma anche per i Jesus & Mary Chain e My Bloody Valentine, prodotti dalla Creation Records. Robert e Peter cominciano a suonare con gruppi diversi, cercando di tenersi sempre in contatto, fino a quando nel 1998 si uniscono con il batterista Nick Jago, dando vita agli “Elements”. Ma sono già in molti a chiamarsi in questo modo e così, ispirati da “The wild one” (“Il selvaggio”, celebre film con Marlon Brando), i tre ragazzi decidono di cambiare il proprio nome in Black Rebel Motorcycle Club, abbreviato B.R.M.C. Nel 1999 registrano una demo contenente sedici tracce che dopo aver venduto circa cinquecento copie arriva dall’altra parte dell’oceano alla BBC Sheffield che lo elegge “Disco della settimana”. Noel Gallagher degli Oasis sente le loro canzoni e dichiara alla rivista Mojo che i B.R.M.C. sono i suoi artisti emergenti preferiti: una bella pubblicità che porta il trio a firmare con la Virgin nel marzo 2000, dopo aver valutato numerose proposte da parte di diverse etichette. Terminato un breve tour con i Dandy Warhols, la band entra in studio e realizza il suo album d’esordio, B.R.M.C., che viene pubblicato nel 2001. Al buon successo del primo album segue anche quello del secondo, “Take them on, on your own”, pubblicato nel settembre 2003, mentre il terzo disco, HOWL, esce alla fine dell'estate 2005 e segna un cambio di rotta verso un rock più acustico e venato di blues. Nel 2008 esce BABY 81, che segna un ritorno ad un suono più secco. Poco più di un anno dopo arriva THE EFFECTS OF 333, album strumentale venduto direttamente dalla band tramite il proprio sito. Nel 2009 esce un DVD live, registrato a Dublino, Glasgow e Berlino nonché testimonianza del 'Baby 81 world tour'. mentre nel 2009 i BRMC si segnalano al cinema, dove la loro "Done all wrong" compare nella colonna sonora di "New moon".
La band torna a pubblicare un album, il sesto in studio, nel marzo 2010, quando esce "Beat the Devil's Tattoo": chitarre distorte, volume alto, i BRMC sono a loro agio nel ruolo consolidato di garage band, magari meno gotici di un tempo e più sciolti nel solco del rock and roll classico.
Nel 2013 viene pubblicato SPECTER AT THE FEAST, anticipato dal singolo “Let the day begin”. A distanza di cinque anni, esce WRONG CREATURES. (31 gen 2018)