«LIVE ON - Kenny Wayne Shepherd» la recensione di Rockol

Kenny Wayne Shepherd - LIVE ON - la recensione

Recensione del 08 gen 2000

La recensione

Tre album all'attivo e svariati Billboards Awards per quella che allora sembrava una nuova maniera di fare blues. Una rivelazione, insomma, che ha portato questo giovanotto cresciuto ascoltando Steve Ray Vaughan e la sua Fender indiavolata. L'impegno sulla tastiera della sua chitarra gli è valso alla fine un contratto discografico e da quel momento le cose hanno preso un'altra piega. "Live on" è il suo terzo album e contiene 14 brani, che confermano tutto il suo talento.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.