«BIGGER LOVE - John Legend» la recensione di Rockol

“A Bigger Love”: John Legend innamorato e appagato

Settimo disco per il cantante di Springfield: una raccolta di 19 canzoni d'amore molto diverse tra loro

Recensione del 24 giu 2020 a cura di Michele Boroni

Voto 6/10

La recensione

Sulla statura e qualità di John Legend credo non ci sia niente da dire. Basti solo ricordare che è il primo artista afroamericano ad aver vinto Grammy, Emmy e Oscar a cui ha anche aggiunto un Tony Award per lo spettacolo “Jitney”. Il tutto in una manciata di anni, riuscendo a mettere insieme r&b contemporaneo e classic soul, romanticismo e impegno. Ma tutti questi traguardi raggiunti gli hanno forse tolto un po' di mordente e l'impressione è che non abbia più tanta voglia di dimostrare di quanto è cresciuto da quando fu scoperto come soul crooner da Kanye West. “Bigger love” è il prodotto di questo appagamento. 

Il precedente disco “Darkness and light” aveva mostrato non solo un interprete ma anche un autore maturo, capace di raccontare il lato oscuro delle relazioni sentimentali, grazie anche a una produzione con la barra dritta di Blake Mills (lo stesso di Alabama Shakes e degli ultimi due Perfume Genius). Qui invece troviamo mille autori (ogni canzone ne ha almeno quattro o cinque) e produttori (tra cui Oak, Mr Hudson e Ricky Reed) tenuti insieme dal buon Raphael Saadiq che fa quel che può. In “Bigger Love” c'è davvero di tutto: il doowop dei Flamingos di “I only have eyes for you” reso contemporaneo nell'iniziale “Ooh Laa”, passando all'ottima “Actions” basata su un campione di David Axelrod utilizzata anche da Dr Dre nel suo “Still D.R.E.”, per poi arrivare al soul funk à la Timberlake di “I do”. Ogni canzone, un Legend diverso, sempre straordinario interprete, ma sembra che non vi sia musicale tra le tracce.

In realtà un fil rouge tra le 16 canzoni c'è, ed è l'amore che prova per la moglie e che riempe con testi sdolcinati. "Il nostro amore vale la pena aspettare, basta lasciarlo stufare ancora un po', esaltare ogni sapore e spezia", canta in “Slow Cooker” come se fosse un concorrente di Master Chef , ma lo zucchero è l'ingrediente principale di tutte le tracce.

In “Bigger love” John Legend esce anche un po' dalle classiche ballad che lo hanno reso famoso: la buona “One life” è prodotta da Anderson .Paak e si sente, in “Remember us” fa il verso a Al Green, mentre la title track è una canzone che sembra uscita da un disco ottimista di Drake. Le featuring di Rapsody, Koffee, Camper e Jhene Aiko non aggiungono molto all'economia dell'album.

Forse John Legend ha capito che non serve avere una coerenza e un fil rouge per realizzare un disco, ma basta solo avere una serie di singoli forti. E questo disco in fondo ce l'ha, quindi sarà un successo. 

TRACKLIST

01. Ooh Laa (02:59)
02. Actions (02:54)
03. I Do (02:47)
04. One Life (03:14)
05. Wild (feat. Gary Clark Jr.) (03:16)
06. Bigger Love (02:50)
07. U Move, I Move (feat. Jhené Aiko) (03:43)
08. Favorite Place (02:48)
09. Slow Cooker (04:22)
10. Focused (03:02)
12. Don't Walk Away (feat. Koffee) (03:40)
13. Remember Us (feat. Rapsody) (04:51)
14. I'm Ready (feat. Camper) (03:51)
15. Always (03:26)
16. Never Break (04:13)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.