«THE NIGHT CHANCERS - Baxter Dury» la recensione di Rockol

L'effetto notte di Baxter Dury

Con “The Night Chancers” il cantautore inglese azzecca la formula più calzante al suo stile, abbracciando Cohen, Bowie e Gainsbourg

Recensione del 29 mar 2020 a cura di Daria Croce

La recensione

Se con “It’s a Pleasure”, nel 2014, Baxter Dury aveva intravisto la strada giusta, continuando poi a percorrerla con “Prince Of Tears” tre anni dopo, oggi con “The Night Chancers” ha definitivamente trovato la formula più calzante al suo stile e alla sua voce.
Discostandosi sempre più dal padre Ian (“Sex & Drugs & Rock’n’Roll”), Baxter ha trovato la giusta ispirazione abbracciando icone del calibro di Leonard Cohen, David Bowie e Serge Gainsbourg.

Che per queste dieci tracce la scelta fosse caduta su linee di basso circolari, synth ruffiani e cori suadenti, si era già capito qualche mese fa con il singolo “Slumlord”, con quell’armonia alla “Let’s Dance”. 
Qui il cantautore inglese mette in gioco anche le tematiche centrali dell’album: in un’epoca così sfacciatamente basata sull’apparenza e sul dire la propria a ogni costo, Baxter scandisce il verso “Unless you got nothing to say, just don't say it”.

Così come nella traccia di apertura, “I’m Not Your Dog”, in cui il richiamo ai social è inequivocabile: “I’ve been following you everywhere / Some people like to show / Some people like to watch / I watch a bit too much / You show too much”.

“The Night Chancers” - registrato presso gli Hoxa Studios nel West Hampstead e prodotto insieme a Craig Silvey (Arcade Fire, John Grant, Arctic Monkeys) - è un disco sensuale e voluttuoso, qualità che vanno destreggiate con molta cura, per evitare il rischio di scivolare nel patetico.
Eppure Dury, su quel terreno, sembra muoversi con disinvoltura ed eleganza, da “Saliva Hog” a “Samurai”, da “Sleep People” a “Carla’s Got a Boyfriend”.

Il risultato è un album pensato per la notte, evocata già dal titolo, con le lancette che scorrono scandendo sempre lo stesso ritmo.
Non ci sono ritornelli a effetto, solo le ruote che girano sull’asfalto, a velocità costante. E con Baxter Dury alla guida, è un gran bel viaggio.

TRACKLIST

01. I'm Not Your Dog (02:58)
02. Slumlord (03:24)
03. Saliva Hog (03:06)
04. Samurai (03:22)
05. Sleep People (02:55)
07. The Night Chancers (03:04)
08. Hello, I'm Sorry (02:21)
09. Daylight (02:42)
10. Say Nothing (02:45)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.