«CHARLI - Charli XCX» la recensione di Rockol

Charli XCX torna e si conferma una hitmaker

La cantante britannica, cinque anni dopo il successo di "Boom clap", pubblica un nuovo album.

Recensione del 21 set 2019 a cura di Redazione

La recensione

Cinque anni: tanti ne sono passati dall'uscita dell'ultimo album di Charli XCX, "Sucker". Lì dentro c'era "Boom clap", la hit che nel 2014 catapultò la cantante britannica in cima alle classifiche - anche grazie alla spinta del film "Colpa delle stelle", della cui colonna sonora la canzone era il pezzo principale - facendole conquistare non pochi Dischi d'oro e di platino. In tutti questi anni Charli XCX non è rimasta in un angoletto a girarsi i pollici: ha collaborato con Giorgio Moroder (prestando la sua voce in un brano dell'album del produttore, "Déjà vu"), è stata presente nella colonna sonora di "Angry birds - Il film" con una sua canzone, ha pubblicato un Ep e un mixtape, ha aperto i concerti di Taylor Swift e ha duettato con Troye Sivan e Lizzo. Ora, la cantante torna con un nuovo disco: si intitola semplicemente "Charli" ed è per certi versi un riassunto di questi cinque anni.

Il disco ha avuto una gestazione lunga e travagliata. Già nel 2017 Charli XCX era pronta a pubblicarlo, ma un hacker riuscì ad accedere al suo pc e pubblicò in rete i demo dei pezzi, che cominciarono a circolare tra i fan. La decisione della cantante fu categorica: accantonare l'intero progetto. Così è ripartita daccapo, lavorando insieme a diversi produttori: un team guidato dalla stessa Charli XCX insieme al suo braccio destro A.G. Cook di cui hanno fatto parte anche Lotus IV (attivo per lo più in ambito hip hop e dance), Oscar Holter (Christina Aguilera, Adam Lambert, Pink, Justin Timberlake, Katy Perry e Taylor Swift), Dylan Brady (membro del duo di musica elettronica sperimentale 100 Gecs, composto insieme a Laura Les) e Star Gate (il duo norvegese dietro molte delle hit pop degli ultimi anni).

Per "Charli" la cantante ha voluto al suo fianco tanti amici e l'album è pieno zeppo di collaborazioni: ci sono Christine and the Queens (in "Gone"), Sky Ferreira ("Cross you out"), Troye Sivan ("1999" e "2099"), Kim Petras e Tommy Cash ("Click"), le Haim ("Warm"), Lizzo ("Blame it on your love"), Big Freedia, Cupcakke, Brooke Candy e Pabllo Bittar ("Shake it"), Clairo e Yaeji ("February 2017"). Tutti artisti in qualche modo legati al mondo di Charli XCX e al suo universo sonoro di riferimento, che continua ad essere un mix tra avant-pop e elettropop.

Nel suo genere, il disco funziona - nonostante la lunghezza: più di 50 minuti - e sicuramente piacerà a chi segue la nuova scena pop internazionale e i suoi principali protagonisti. Certo, Charli XCX non avrà la stessa statura di una Taylor Swift o di una Dua Lipa, ma con queste canzoni conferma di essere una hitmaker valida.

TRACKLIST

01. Next Level Charli (02:37)
02. Gone (04:06)
04. 1999 (03:09)
06. Warm (feat. HAIM) (03:45)
07. Thoughts (03:11)
08. Blame It On Your Love (feat. Lizzo) (03:11)
09. White Mercedes (03:23)
10. Silver Cross (03:28)
11. I Don't Wanna Know (03:05)
12. Official (03:04)
14. February 2017 (feat. Clairo and Yaeji) (02:33)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.