«DNA - DeProducers» la recensione di Rockol

I DeProducers riaffermano il valore della scienza attraverso grande musica

Vittorio Cosma, Max Casacci dei Subsonica, Gianni Maroccolo e Riccardo Sinigallia tornano con il terzo volume del progetto: dopo "Planetario", "Botanica", "DNA" racconta la storia della vita.

Recensione del 09 apr 2019 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

All'inizio, sette anni fa, sembrava un bell'esperimento scientifico: quattro stimati musicisti e produttori - Vittorio Cosma, Max Casacci dei Subsonica, Gianni Maroccolo e Riccardo Sinigallia - che si mettono a fare musica strumentale, usando come "frontman" uno scienziato che fa divulgazione. Il primo disco fu "Planetario", accompagnato da uno spettacolo fatti di visual  e racconto. L'esperimento è andato bene e oggi, 2019, siamo al terzo disco: dopo "Botanica" arriva "DNA", che sarà seguito da un nuovo spettacolo, sempre "illustrato" da  Marino Capitanio.

Quello che i musicisti scherzosamente chiamano “il nostro Freddie Mercury” questa volta è Telmo Pievani, filosofo, storico della biologia ed esperto di teoria dell’evoluzione: a lui il compito di raccontare in questi brani la storia della vita, ruotando attorno ai concerti scientifici - con il supporto di qualche ospite (la voce di Eugenio Finardi, che fa Dio in "Storia compatta della vita" e "Suite cellulare", assieme a quella di Riccardo Senigallia) e il sostegno esterno dell'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

L'esperimento non sorprende più, ma funziona:  8 brani strumentali, più o meno lunghe (si arriva ai 14 minuti della "Suite cellulare": la musica ricorda molte fonti (i Pink Floyd su tutti), ma la capacità di scrivere di questi quattro artigiani della musica italiana è perfetta, come sempre.

"DNA" è divulgazione scientifica, ma è anche musica estremamente piacevole, e per certi versi necessaria: un progetto che riafferma il valore della scienza, della ricerca e della salute in un periodo storico in queste certezze vengono messe in discussione da "opinioni" senza fondamento. Da sottolineare, anche la bellezza dell'oggetto: un CD di grandi dimensioni - come già nei volumi precedenti - che si apre e diventa un'infografica. Da avere.

TRACKLIST

01. Abiogenesi (09:09)
02. Storia compatta della vita (07:57)
03. Caso e necessità (11:12)
04. DNA (03:24)
05. Suite cellulare / cellula / monocellulare - pluricellulare / nascita del sesso / suicidio cellulare (14:05)
06. L.U.C.A. (03:10)
07. Cancro (06:42)
08. Serendipità (05:08)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.