Recensioni / 01 feb 2019

Paul McCartney - RED ROSE SPEEDWAY - la recensione

Dopo i Beatles, un Paul strapieno di idee - ascoltato su vinile

Voto Rockol: 5.0 / 5
RED ROSE SPEEDWAY
Special Edition Universal/New Sound Of Vinyl (Vinile)
Powered by     

di Redazione Vinyl

Il nostro caro vecchio Paul lascia i Beatles nel 1970 senza piangere sul latte versato e sfodera una raffica di album seminali  (firmati Wings, la sua nuova super band supportata da grandissime collaborazioni) che culmineranno in Wild Life del 1971
Band On The Run Red Rose Speedway entrambi del 1973, capolavori questi ultimi che è ora di riscoprire in queste edizioni rimasterizzate dagli Abbey Road Studios, con la supervisione dell’autore stesso.

In particolare, pur essendo Band on the Run il vero capolavoro, non per altro già pluri-ristampato anche in edizioni anniversary veramente notevoli, questo “Red” è forse l’album che più di ogni altro mostra un Paul strapieno di idee e capace di lasciarsi tentare da più generi musicali, guidato solo dal suo genio e senza timori reverenziali né forzature. Un Paul esattamente come quello in copertina: scoppiettante, ironico.

CONTINUA A LEGGERE SU DEAGOSTINIVINYL.COM

Lato A
Big Barn Bed  
My Love 
Get On The Right Thing 
One More Kiss
Little Lamb Dragonfly 

Lato B
Single Pigeon 
When The Night
Loup (First Indian On The Moon) 
Medley:  Hold Me Tight/ Lazy Dynamite/ Hands Of Love/Power Cut