«ALWAYS IN BETWEEN - Jess Glynne» la recensione di Rockol

Jess Glynne - ALWAYS IN BETWEEN - la recensione

Recensione del 14 ott 2018 a cura di Redazione

La recensione

Il suo album d'esordio, "I cry when I laught", uscito nel 2015, è uno degli album pop britannici di maggiore successo degli ultimi anni. In patria ha conquistato risultati notevoli (è rimasto nelle classifiche per più di 100 settimane, conquistando tre dischi di platino e vendendo oltre un milione di copie): merito anche di singoli come "Right here", "Hold my hand" e "Take me home". Ora, per Jess Glynne, deve confermarsi: ci prova con "Always in between", un album molto personale in cui la cantautrice britannica si guarda alle spalle e fa il punto della situazione.

Nelle dodici canzoni di "Always in between" (che diventano sedici nell'edizione deluxe), Jess Glynne prova ad accettarsi per quello che è, trovando un equilibrio con la sua immagine pubblica e gestendo la pressione derivante dallo scrivere il secondo "attesissimo" album.

Le risposte migliori a tutte le domande che la cantautrice si è fatta negli ultimi mesi sono arrivate con questa manciata di pezzi, le cui lavorazioni hanno visto Jess Glynne collaborare con autori e produttori di alto profilo, almeno per il "pop" internazionale: ci sono - tra gli altri - Toby Gad (ha messo mano a pezzoni come "If I were a boy" di Beyoncé e "All of me" di John Legend, solo per citarne un paio), Steve Mac ("Shape of you" di Ed Sheeran, "What about us" di Pink, ), i Rudimental e lo stesso Ed Sheeran (insieme al quale Jess ha co-firmato "Thursday", il singolo che accompagna l'uscita del disco).

Con queste canzoni Jess Glynne punta tutto sull'onestà e la sincerità: prova a raccontare quella verità che tutte le giovani donne come lei vogliono sentire sulle loro preoccupazioni, sugli amore che sono capaci di portarti in cima alle stelle e buttarti a terra allo stesso tempo, sulle aspirazioni e i sogni che a volte possono anche deluderti (ma che si superano con un sorriso).
Siete curiosi di scoprire chi sarà la nuova star del pop internazionale? Provate ad ascoltare questo disco.

TRACKLIST

01. Intro (01:38)
02. No One (03:39)
03. I'll Be There (03:14)
04. Thursday (03:34)
05. All I Am (03:39)
06. 123 (03:10)
07. Never Let Me Go (03:28)
08. Broken (03:37)
09. Hate/Love (04:28)
10. Won't Say No (03:05)
11. Rollin (03:38)
12. Nevermind (03:42)
13. These Days (feat. Jess Glynne, Macklemore & Dan Caplen) (03:31)
14. So Real (Warriors) [feat. Jess Glynne] (02:51)
15. Million Reasons (03:21)
16. Insecurities (03:17)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.