«ELUSIVE BALANCE - OZmotic» la recensione di Rockol

Ozmotic: leggi qui la recensione di "Elusive balance"

Il terzo album in casa dei torinesi OZmotic, al secolo Riccardo Giovinetto e Simone Bosco, progetto artistico multidisciplinare che spazia dalla musica elettronica alla visual art digitale.

Recensione del 19 ago 2018 a cura di Marco Jeannin

La recensione

“Elusive Balance” affonda le proprie radici nel tema dell’equilibrio e della sua provvisorietà: un’incessante ricerca di stabilità che diviene motore evolutivo e spinge la realtà verso forme altre, generando nuove armonie. “Elusive Balance” esplora l’equilibrio instabile ed elusivo esistente nel rapporto tra uomo e natura, alla continua ricerca di nuovi, armonici approdi.

Il terzo album in casa dei torinesi OZmotic, al secolo Riccardo Giovinetto e Simone Bosco, progetto artistico multidisciplinare che spazia dalla musica elettronica alla visual art digitale, è anche il primo disco italiano ad uscire su Touch, probabilmente una delle maggiori label al mondo in termini di musica elettronica e sperimentale. Dopo la pubblicazione di “AirEffect” nel 2015 e di “Liquid Times” nel 2016, entrambi al fianco di un fuoriclasse del calibro di Fennesz, Giovinetto e Bosco con il nuovo “Elusive Balance” dichiarano ufficialmente la loro indipendenza con sette pezzi in cui ambient, elettronica, jazz, schegge noise e sperimentazione si fondono per creare un flusso digitale continuo, cupo e denso. Giocato interamente sulla risoluzione dei contrasti sonori, nella continua ricerca di una sensazione emotiva che si manifesti allo stesso tempo come uno stato di tensione e quiete, “Elusive Balance” lavora sui droni e più in generale sul suono in funzione ovviamente di quello che sarà anche la sua riproduzione dal vivo, tenendo bene a mente il lavoro parallelo e conseguente sull’immagine. Dimensione, quella live, in cui i pezzi potranno mutare, espandendosi e contraendosi all’occorrenza per generare nuovi contrasti.

In “Elusive Balance” abbiamo esplorato nuovi accostamenti musicali, indagando l’essenza più profonda della nostra sonorità per espandere le potenzialità emotive e compositive del nostro linguaggio artistico. Ogni traccia contiene la ricerca di una sintesi tra elementi sonori apparentemente molto distanti tra loro, ma in realtà “solo” poco consueti, che trovano nell’ascolto un nuovo equilibrio.

Poco altro da aggiungere se non che “Elusive Balance” è lavoro senza dubbio interessante, ottimo esempio di quella musica sperimentale d'esportazione che iniziano seriamente ad invidiarci in tutto il mondo. 

TRACKLIST

01. Elusive Balance (04:46)
02. Hum (05:28)
03. PulSing (07:47)
04. Lymph (07:41)
05. Being (04:04)
06. Whisper (07:06)
07. Insecting (04:27)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.