«ROMA è DE TUTTI - Luca Barbarossa» la recensione di Rockol

La recensione di "Roma è de tutti" di Luca Barbarossa

Recensione del 15 feb 2018 a cura di Erica Manniello

La recensione

Luca Barbarossa era ben consapevole, quando scriveva “Roma è de tutti”, del rischio di non arrivare a chi a Roma ci è passato soltanto per una visita al Colosseo, non ci è mai stato o in ogni caso non ne subisce in alcun modo il fascino. A chi, insomma, considera Roma soltanto una città. Nell’undicesimo album in studio del cantautore la Capitale è invece un luogo dello spirito, dove anche le ricette tradizionali raccontano storie che con la cucina hanno poco a che vedere. Ma niente paura per i non romani, gli autoctoni e i tantissimi adottivi che hanno eletto Roma a nuova patria: questo è un disco che accoglie tutti, a partire dalla scelta del romanesco, “un’inflessione comprensibile a chiunque”, spiega Barbarossa.

Un brano dell’album lo conoscete già: “Passame er sale” è stata presentata alla sessantottesima edizione del Festival di Sanremo. Scritta dal cantautore romano, come del resto tutte le altre canzoni del disco ad eccezione di “Via da Roma”, partorita anni addietro insieme al regista Luigi Magni, la traccia ha vinto il Premio Lunezia della categoria Campioni per il miglior testo, il racconto di un amore che attraversa una vita intera e i suoi alti e bassi, senza mai perdersi lungo la strada. A rappresentare il disco è però la title track con la voce di Fiorella Mannoia, illustre ospite. Non è l’unica, anche Alessandro Mannarino, che per Barbarossa è un po’ un fratello minore, è presente nell’album, in featuring nel brano “Madur”, uno dei più drammatici, dove la storia di un ragazzo dalla pelle scura ucciso da due balordi viaggia per contrasto su una melodia bluegrass allegra e ritmata – “Chi c’ha roma dentro ar core canta pure mentre more”. Dura anche “Se penso a te”, testamento di un carcerato di Regina Coeli, mentre canzoni come “La mota” e “La pennica” incarnano il lato scanzonato del disco. “Lallabbai”, che fa il verso all’inglese lullaby, riprende la “Ninna Nanna di Brahms e chiude il disco.

In “Roma è de tutti” i tratti più tipici della caput mundi si sciolgono in una dimensione simbolica e tra una cacio e pepe e una coratella ci si ritrova a chiedersi “come se fa a nun scottasse il core”. Forse non si può evitare, ma, a differenza del protagonista di “La dieta”, che “da quando sei partita sto da solo, nun magno e quanno magno basta n'ovo”, noi possiamo sempre consolarci con una cacio e pepe come si deve. La ricetta ce la dà Barbarossa:

Pé fà 'na cacio e pepe de rispetto
dev'essè quasi crudo lo spaghetto
cor pecorino e er pepe quanto abbasta
e l'acqua de cottura de la pasta

Poi è tutta na' questione de mestiere
ce sta chi dice che se chiama amore
quer modo da giralla dentro ar piatto
che viè 'na crema che diventi matto

TRACKLIST

01. Passame er sale (03:55)
02. Comme stai (02:46)
03. La dieta (03:21)
04. Roma è de tutti (03:25)
05. Se penso a te (03:38)
06. La pennica (02:36)
07. Madur (morte accidentale di un romano) (03:08)
08. Tutti fenomeni (02:57)
09. Via da Roma (03:29)
10. La motta (02:50)
11. Lallabbai (01:46)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.